Vaccino Novavax, efficacia oltre 82% a 6 mesi: i dati

Il vaccino anti-Covid di Novavax, per il quale sono iniziate in questi giorni le somministrazioni anche in Italia, ha mantenuto “un alto livello di efficacia per un periodo di sorveglianza di 6 mesi” in un’analisi estesa dello studio di fase 3 sul prodotto (NVX-CoV2373 o Nuvaxovid*), condotto nel Regno Unito. Lo comunica l’azienda americana, sottolineando in particolare che dall’analisi è emersa “un’efficacia del vaccino dell’82,5% nella protezione contro tutte le infezioni Covid-19, sia sintomatiche che asintomatiche“. Il profilo di sicurezza si è confermato “rassicurante”.

Le nuove informazioni – spiega Novavax – arrivano dall’esame finale del trial di fase 3 pubblicato sul ‘New England Journal of Medicine’ nel giugno scorso, i cui risultati sono stati utilizzati dalla società per le richieste di via libera sottoposte alle autorità regolatorie internazionali.

Il dato di efficacia pubblicato sul ‘Nejm’ risultava dell’89,7% su un periodo di sorveglianza di 3 mesi. Ora, dall’analisi estesa a 6 mesi (10 novembre 2020-maggio 2021) emerge che “NVX-CoV2373 ha continuato a mostrare un profilo di sicurezza rassicurante, con eventi avversi bilanciati tra i gruppi vaccino e placebo. Lo studio ha mostrato inoltre una protezione continua, con un’efficacia complessiva del vaccino dell’82,7% e del 100% contro la malattia grave, in linea con l’analisi iniziale”.

Dall’altro lato, conclude, “siamo incoraggiati nel vedere che il nostro vaccino mantiene un alto livello di efficacia duratura e continua a mostrare un profilo di sicurezza rassicurante in questo arco di tempo esteso”.
Fonte AdnKronos.com