UNPLI alla XXIII BMTA: “Valorizzazione dei beni culturali – il ruolo delle ONG accreditate UNESCO” – Le video-interviste

Si è conclusa con successo la XXIII edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico (BMTA), tenutasi per la prima volta nello storico Tabacchificio Cafasso, in Capaccio Paestum, dal giorno 25 al 28 novembre 2021. Una vetrina espositiva che si con collaborazioni e partenariati prestigiosi di respiro internazionale: UNESCO, UNWTO e ICCROM.

La BMTA, fondata e diretta da Ugo Picarelli, negli anni ha confermato di essere tra i più grandi saloni espositivi al mondo che mette in mostra il patrimonio archeologico a cui si aggiunge l’ArcheoVirtual, l’innovativa mostra internazionale di tecnologie multimediali, interattive e virtuali; luogo di approfondimento e divulgazione di temi dedicati al turismo culturale ed al patrimonio; occasione di incontro per gli addetti ai lavori, per gli operatori turistici e culturali, per i viaggiatori e per gli appassionati. Un centro di propulsione di un movimento culturale diverso, con nuove visioni per il settore, nonché occasione di sviluppo di nuove sinergie tra associazioni di categoria, imprenditori e amministratori politici.

Nel corso di queste quattro giornate, molteplici sono stati gli eventi tra cui il convegno sul tema “Valorizzazione dei beni culturali – il ruolo delle ONG accreditate UNESCO” tenutosi nella sala Cerere nella tarda mattinata di domenica 28 ed organizzato dalla UNPLI Unione Nazionale Pro Loco d’Italia.

Nel 2019 le sette associazioni italiane accreditate si sono unite in rete in un’intesa mirata alla valorizzazione del ruolo delle ONG all’interno della Convenzione del 2003, e sono: Unione Nazionale Pro Loco d’Italia (UNPLI); Società Italiana per la Museografia e i Beni DemoEtnoAntropologici (SIMBDEA); MUSA (Musiche, Canti e Danze tradizionali delle Quattro Province); Associazione Sant’Antuono & le Battuglie di Pastellessa; Associazione Culturale “Circolo della Zampogna”; Associazione per la Conservazione delle Tradizioni popolari; Associazione Culturale Musicale-Etnica “TOTARELLA – Le Zampogne del Pollino”.

Fra gli obiettivi della rete, realizzare azioni di sensibilizzazione e accreditamento presso le istituzioni preposte alla salvaguardia e alla valorizzazione dei patrimoni culturali immateriali e favorire la trasmissione intergenerazionale dei saperi, la promozione della partecipazione a progetti interregionali, nazionali e internazionali, per la salvaguardia del patrimonio immateriale, nonché costruire occasioni di rafforzamento di capacità e progettazione comune tra diversi stakeholders e shareholders, promuovendo l’incontro e lo scambio tra i saperi esperti, i ricercatori, i gruppi, le comunità di eredità e gli individui, anche in un’ottica di formazione permanente; promuovere regolari momenti di aggiornamento e formazione per i soggetti della rete, facendo seguito, a livello nazionale, alle riunioni del Comitato intergovernativo, le Assemblee Generali e le riunioni del Forum delle ONG accreditate.

All’evento, moderato da Gabriele Desiderio, addetto alle relazioni istituzionali e rapporti UNESCO UNPLI, hanno preso parte con i loro interventi, parte in presenza ed altri in remoto, Toni Lucido – Presidente UNPLI Campania, Vincenzo Santoro , responsabile del Dipartimento Cultura e Turismo dell’ANCI, Giovanni Solimine, Presidente della Fondazione Maria e Goffredo Bellonci, Mariassunta Peci, Dirigente Ufficio UNESCO Ministero della Cultura, Ugo Picarelli, Direttore BMTA, Fernando Tomasello, Vicepresidente UNPLI e responsabile Dipartimento Cultura e Paesaggio, Valentina Lapiccirella Zingari, SIMBDEA Società Italiana per la Museografia e i Beni DemoEtnoAntropoligici, Vincenzo Capuano, Associazione Sant’Antuono e le Battuglie di Pastellessa, Marcello Nardiello, Presidente UNPLI Salerno, Elena Sinibaldi, Funzionaria Focal point nazionale Convenzione UNESCO 2003, Filippo Capellupo, Presidente UNPLI Calabria, e Antonino La Spina, Presidente UNPLI Nazionale.

Quintino Di Vona