Torre Annunziata, l’aggressore di don Ciro Cozzolino scrive alla redazione ErreEmme News: “Mi pento del gesto folle”

“Mi pento del gesto folle, fatto per lo più in un luogo che dovrebbe essere ‘riparo’ contro ogni violenza”.

E’ questo il succo della lettera inviata da F.B., autore la settimana scorsa dell’aggressione a don Ciro Cozzolino, all’interno della chiesa della Santissima Trinità, a Torre Annunziata.

“Al carissimo sacerdote Ciro Cozzolino e fedeli tutti – si legge nella lettera inviata alla redazione di ErreEmme News -. Nei giorni scorsi, mi sono reso protagonista di un gesto violento e inconsulto. Mi vergogno e sono sinceramente pentito per quanto accaduto.

In primis, perché la vittima di questa mia follia non aveva alcuna responsabilità.

In secondo, per il luogo dove ciò è avvenuto (in chiesa, ndr) che dovrebbe essere “riparo” contro ogni violenza. Infine, per la fede che ho riabbracciato e che professa amore e carità.

A parziale scusante di quello che ho combinato, il bruttissimo periodo che sto vivendo. Don Ciro vi chiedo umilmente scusa per il male che vi ho fatto. Non lo meritate”.

Firmato F.B. Un’aggressione che, nei giorni scorsi, aveva suscitato l’ira dei fedeli e di quanti spesso si rifugiano in chiesa, in quanto luogo sicuro.

A distanza di qualche giorno, arrivano però le scuse pubbliche dell’aggressore.

Leggi anche: https://erreemmenews.it/torre-annunziata-aggredito-in-chiesa-don-ciro-cozzolino-solidarieta-dei-torresi/