Tentano di truffare una donna, ma lei li fa arrestare: in manette due giovani nel Vesuviano

Un ennesimo tentativo di truffa è stato fortunatamente sventato nel Vesuviano. Una donna di 56 anni, residente a Massa di Somma, è stata al gioco di due truffatori di Napoli, che le volevano rifilare il cosiddetto “pacco”, per poi farli arrestare.

In manette sono finiti un 24enne, T.G. residente nel quartiere Avvocata, e un 20enne, P.S., del quartiere Montecalvario: uno si è finto il nipote della vittima, l’altro il postino: hanno chiamato al telefono di casa della dicendole di aver acquistato un pacco (contenente delle cuffie acustiche) per il quale era necessario versare 500 euro. Per non destare sospetti il finto postino ha confermato che avrebbe consegnato nel pomeriggio.

La donna, però, non ha creduto per un istante alle loro parole e ha chiamato i carabinieri i quali si sono sistemati nei pressi della casa della signora ad aspettare i due ragazzi: poco dopo i truffatori si sono presentati, in sella a uno scooter. Uno si è avvicinato al suo palazzo, chiedendole di scendere con i soldi: una volta scesa, le ha consegnato il pacco (che conteneva solo delle cuffie acustiche).

È stato in quel momento che i carabinieri di San Sebastiano al Vesuvio e di Torre del Greco sono intervenuti. I due, alla vista dei militari, hanno cercato di fuggire, ma, dopo un breve inseguimento a piedi, sono stati catturati e arrestati e dovranno rispondere all’Autorità Giudiziaria del reato di truffa.