Scafati al voto, Corrado Scarlato: “Fiume Sarno, quanti fallimenti! Sprechi e promesse disattese, Con noi si cambia registro” 

Scafati. “In questi giorni ho visto politici navigati che hanno governato la città parlare di progetti, proposte e idee, quasi come se non avessero mai svolto un ruolo di primo piano nell’amministrare il nostro Comune. Eppure negli ultimi due decenni gli effetti della loro azione di governo sono sotto gli occhi di tutti: un disastro dopo l’altro e una città lasciata allo sbando”.

Così Corrado Scarlato, candidato sindaco del Comune di Scafati.

“Ho visto poi un candidato sindaco – ha continuato Scarlato – presentarsi come il nuovo che avanza, ma nella sua coalizione ci sono i simboli dei partiti che hanno distrutto la città, campioni di sprechi e di malgoverno: qui, in questi luoghi hanno sfilato consiglieri regionali del Pd, un ministro grillino, promettendo mari e monti e sbandierando ai quattro venti la bonifica del Sarno. Il risultato? Il fiume è ancora più inquinato di prima, una bomba ecologica che devasta i nostri territori. Ed altri fiumi, ma fiumi di denaro, sono stati spesi e sottratti alle casse pubbliche e ai cittadini, senza nessun riscontro concreto. Una vergogna senza fine, nascosta dietro finti moralismi.

Ma ora basta. Noi siamo gli unici che possono davvero rivendicare di essere il nuovo che avanza. Non abbiamo padrini e padroni politici, siamo un gruppo di gente libera, di professionisti animati solo dall’amore verso la città, una squadra che ha condiviso un programma e un progetto di rilancio che coinvolgerà tutti i cittadini, che potranno finalmente sentirsi protagonisti della rinascita di Scafati. La storia nuova, scriviamola insieme”.