Oggi minestra eretica: la ricetta de Il SudPlus*

Oggi vi proponiamo La Minestra eretica, rivisitazione della “minestra maritata”. E’ il nome del piatto,

nonché idea-pilota di un più vasto progetto dal titolo Vesuvio eretico, nato per condividere attivamente, con giovani e meno giovani, i valori necessari ad affrontare la perdita di umanità che attanaglia il nostro territorio. Specie oggi, dopo l’avvento della pandemia, scegliere il bene comune è un’idea vitale che va trasmessa ai giovani e alle famiglie.

Ingredienti:

Verdure — 3 scarole piccole; 2 mazzi di minestra nera; 1 mazzo di torzelle; 1/2 verza di media dimensione.

Pesce — 150 g lupini, 300 g cozze, 600 g capitone, 400 g baccalà.

Condimento e spezie — Sedano, cipolla rossa, aglio, alloro, bacche di pepe pimento, mirto (foglie).

La preparazione:

Soffriggere l’aglio in olio e.v.o. Aprire cozze e lupini, filtrare il brodo e conservare. Sbollentare in acqua e limone per 5 min ciascuno: minestra, torzelle, verza. Strizzare.

In una padella, soffriggere olio, cipolla, capitone, baccalà. Aggiungere sale e le spezie. Coprire con acqua e cuocere a fuoco lento per 40 min.

In pentola: olio, aglio, scarola (non bollita) e le altre verdure. Aggiungere brodo di cozze e lupini. Far appassire aggiungendo brodo del preparato con capitone e baccalà.

Una volta appassite le verdure, pulire dalle lische capitone e baccalà, versare tutto il brodo nelle verdure, riaccendere a fuoco lento. Inserire pesce e frutti di mare e maritare per 20 min.

* Ricetta protetta tramite blockchain Creativity Safe