Mondiali: Italia-Lituania 5-0. Kean e Raspadori protagonisti. La Svizzera frena

I gol di Kean e Raspadori, due ragazzi del 2000, e l’entusiasmo di un’Italia di seconde linee che restituisce a Mancini un po’ di quell’incantesimo smarrito dopo l’Europeo. E’ questa, a parte il gioco e i gol ritrovati nel 5-0 alla Lituania a Reggio Emilia, la formula vincente per rimettere in carreggiata la nazionale in corsa verso il Mondiale 2022.

Dopo i due malaugurati pareggi contro Bulgaria e Svizzera, arriva la goleada nell’ultima partita di un settembre faticoso. Col risultato della Svizzera a Belfast, uno 0-0 con un rigore sbagliato da Seferovic, ora l’Italia torna a vedere da vicino il Mondiale. Gli azzurri hanno sei punti e due partite in piu’ degli elvetici, che nelle migliori delle ipotesi arriveranno alla sfida diretta dell’Olimpico il 12 novembre a pari punti.

Come dire, bastera’ vincere quella per essere certi di andare in Qatar, col paracadute in caso di pari della differenza reti migliore Al di la’ della classifica e della vittoria ritrovata, a far sorridere il ct azzurro e’ aver avuto la conferma -fatta la tara dell’avversario di stasera – di aver alternative agli eroi di Wembley quando, come in questi giorni, appaiono un pizzico arrugginiti.

LA PARTITA

11′ – Italia in vantaggio con Kean che approfitta di un errore della difesa avversaria.

14′ – Raddoppio degli azzurri su autogol di Utkus.

24′ – L’Italia allunga ancora il vantaggio con un gol di Raspadori.

29′ – Kean va di nuovo a segno su assist di Bernardeschi

54′ – Azzurri ancora in vantaggio all’inizio della ripresa con Di Lorenzo.

La Svizzera pareggia 0-0 a Belfast contro l’Irlanda del Nord, e l’Italia allunga ancora in testa al gruppo C di qualificazione ai Mondiali 2022. Gli azzurri sono primi a 14 punti, 6 in piu’ della Svizzera seconda a quota 8: gli elvetici hanno pero’ due partite in meno, e nella migliore delle ipotesi si presenteranno a pari punti all’Olimpico, nella sfida all’Italia del 14 novembre.

La squadra – Raspadori al centro dell’attacco, con Kean e Bernardeschi sugli esterni: sono le scelte di Roberto Mancini per l’ultima delle tre partite di settembre valide per le qualificazioni ai Mondiali 2022, contro la Lituania a Reggio Emilia. Costretto a diversi cambi per stanchezza e infortuni (a casa Immobile, Insigne, Chiesa e Sensi, in tribuna Emerson e Zaniolo), il ct azzurro sorprende a centrocampo, dove a Locatelli e’ preferito Cristante. L’Italia presenta dunque solo tre dei titolari della partita con la Svizzera.

In porta Donnarumma, difesa composta da Di Lorenzo, Acerbi, Bastoni e Biraghi; a centrocampo Pessina e Cristante agiscono ai lati di Jorginho, tridente offensivo da destra Bernardeschi-Raspadori-Kean. In panchina Barella, diffidato e quindi a rischio squalifica, Bonucci, Chiellini e Berardi.

Fonte Ansa.it