Maturità 2024, prima prova: Montalcini, Pirandello e Ungaretti le tracce scelte dal ministero

Ansie, paure, speranze, sogni, pianti e tante ore di studio hanno finalmente raggiunto il culmine questa mattina con la prima prova della maturità 2024
affrontata da 526mila studenti.

Le tracce scelte dal ministero per l’analisi del testo sono ‘Pellegrinaggio’ di Ungaretti e i ‘Quaderni di Serafino Gubbio operatore’ di Pirandello, testo quest’ultimo del 1925 in cui si affronta il tema del progresso tecnologico e si riflette sui possibili effetti. Ma anche l’ ‘Elogio dell’Imperfezione’ di Rita Levi Montalcini, la scrittura che cambia nell’era digitale e una riflessione sull’uso della bomba atomica. C’è poi un testo tratto da ‘Storia ‘Europa’ dello storico Giuseppe Galasso, in cui si invitano gli studenti ad una riflessione sull’atomica e sulla Guerra Fredda, e uno da ‘Riscoprire il Silenzio’ della giornalista Nicoletta Polla Mattiot. Tra i temi d’attualità, una delle tracce proposte è l’Elogio dell’Imperfezione della premio nobel Rita Levi Montalcini. C’è poi un testo tratto da ‘Profili, selfie e blog’ di Maurizio Caminito, in cui si chiede ai maturandi di riflettere sull’importanza e il senso del diario nell’epoca digitale, e uno di Maria Agostina Cabiddu – pubblicato sulla rivista dell’Associazione italiana costituzionalisti – sul valore del patrimonio artistico e culturale, nel quale si definisce ‘lungimirante’ l’intuizione dei padri costituenti di collocare tra i principi fondamentali della Carta la promozione dello sviluppo culturale, della ricerca scientifica e della tutela del paesaggio.

Fonte:ANSA.it