L’Oplonti Volley torna a casa tra lacrime di gioia e commozione. Presentata la nuova stagione agonistica – La Foto-Gallery

E’ stata una presentazione degna di squadre di serie superiore, quella dell’Asd Vesuvio Oplonti Volley. Dopo mesi di interruzione delle attività sportive a causa del Covid e a distanza di 10 anni dal trasferimento a Boscotrecase, il club oplontino torna a casa, a Torre Annunziata.

Sì proprio nella palestra del Terzo Circolo didattico di via Isonzo, rimessa a nuovo dopo anni di abbandono, grazie a lavori di restyling realizzati da volontari, dirigenti e atleti della società sportiva che hanno materialmente rimesso a nuovo quello che un anno fa, quando sono iniziati i lavori, sembrava soltanto un sogno irrealizzabile. E, invece, quando c’è di mezzo il cuore, i sogni diventano realtà.

E la struttura, un vero e proprio gioiellino ora invidiato anche da realtà che militano in categorie superiori, è stata realizzata in tempo per l’inizio del campionato.

E sabato scorso, la presentazione ufficiale della stagione agonistica 2021-2022 della Vesuvio Oplonti Volley che disputerà il Campionato di Volley di Serie C Femminile.

Una palestra gremita, lacrime di gioia, il calore di tifosi e appassionati si respirava nell’aria. Così come si sentiva anche quella voglia di tornare a giocare e di riprendere in mano una vita, in parte sospesa dalla pandemia.

Quella voglia di riscatto, dopo un anno e mezzo di sofferenze, che parte proprio dalla realizzazione della palestra di via Isonzo.

Alla manifestazione era presente anche il sindaco di Torre Annunziata Vincenzo Ascione che, nel portare i saluti dell’amministrazione comunale, ne ha ribadito l’impegno nel voler investire in attività ricreative, culturali e sostenere le società sportive locali.

«Le associazioni sportive – ha sottolineato Ascione – oltre ad essere lustro per la città, diventano presidi di legalità nei quartieri periferici dove svolgono le proprie attività».

Sul palco, tra musica e video, si sono alternati il Presidente della Vesuvio Oplonti Volley Angelo Cirillo, il Direttore Generale del Cava Volley, prof Nino Mirabile – società con la quale è nata una collaborazione – lo staff tecnico del team oplontino composto da Lucia Esposito, Patrizia Tornese, Vincenzo Torella, Fabio Di donna, Filippo Carotenuto, Gennaro Izzo, l’allenatore della squadra di serie C femminile Luciano Della Volpe, e le atlete della prima squadra.

«Insieme per un progetto molto ambizioso – ha sottolineato il Presidente Angelo Cirillo -. In questa palestra, un sogno che diventa realtà, ci sono i sacrifici di soci e appassionati, ma soprattutto il cuore di chi ama lo sport in quanto tale».

Forti emozioni, quando la bella e brava giornalista Annalisa Rea, che ha presentato la serata, ha chiamato sul palco il Direttore Generale Carmine Arpaia, colui che ha dato vita a questo sogno nel 1972.

Arpaia, con la voce rotta dalla commozione, ha ricordato che l’Oplonti Volley ha iniziato l’attività sportiva proprio nella palestra del Terzo Circolo didattico e «ritornare nel posto dove tutto è iniziato, è un’emozione che fa ben sperare per il futuro. Con la speranza che si possano ripetere i successi che consentirono, nel 2010, alla società di essere promossa in serie B».

Sul palco si sono succeduti anche l’assessore allo sport del Comune di Torre Annunziata, Antonino Muto; il Presidente provinciale della Fipav Carmine Menna e il consigliere regionale Luigi Saetta. Quest’ultimi si sono complimentati con l’Oplonti Volley per aver realizzato un sogno e con amministrazione comunale e dirigente scolastico per aver aperto le porte a questa nuova struttura, cosa non scontata, considerato che in altre realtà regionali e provinciali non c’è la stessa attenzione verso lo sport.

E’ stata poi presentata la maglia della Zeus consegnata a ognuna delle atlete della Vesuvio Oplonti Volley La manifestazione si è conclusa con i ringraziamenti ai numerosi sponsor.

La pallavolo torrese, lo sport oplontino hanno una nuova casa, dirigenti e atlete vi aspettano per condividere le speranze del proprio hastag 2021-22 … e che sia #unottimaannata per tutti.