IL GERIONE: la serata conclusiva corona il grande successo per la rassegna internazionale di teatro educativo – il video

19 giorni d’intensa partecipazione per IL GERIONE, 20 le rappresentazioni teatrali principali, italiane e straniere, che hanno caratterizzato l’importante rassegna internazionale di teatro educativo, giunta alla sua 15ª edizione, che si tiene a Campagna (SA).

Le serate, distribuite dal 9 al 18 maggio tra l’Auditorium I.C. “G. Palatucci” Quadrivio di Campagna e la Palestra dell’I.C. “Campagna Capoluogo” Campagna Centro Storico, hanno coinvolto numerosi istituti comprensivi e diverse associazioni teatrali di un vasto territorio.L’aquila che si credeva un pollo – prove tecniche di autostima” è stato il tema prescelto in questa 15ª edizione, conclusasi con grande successo nella serata di premiazione di sabato 25 maggio nella Palestra dell’I.C. “Campagna Capoluogo”.

IL GERIONE, a cura del Comune di Campagna, dell’Associazione Culturale “Teatro dei Dioscuri”, dell’I.C. “Campagna Capoluogo”, I.C. “Giovanni Palatucci”, dell’I.I.S. “Teresa Confalonieri” e della Pro Loco “Città di Campagna”, vanta patrocini importanti come l’UNICEF, MIUR, Regione Campania, Provincia di Salerno, UILT (Unione Italiana Libero Teatro), UILT Campania, Aita/Iata (International Amateur Theatre Association), AGITA e Fondazione Cassa di Risparmio Salernitana.

Il “sistema” GERIONE ha potuto usufruire per il terzo anno consecutivo del finanziamento dell’Unione Europea attraverso il progetto “Different but Equal“, progetto Erasmus plus proposto dall’associazione Teatro dei Dioscuri, portando a Campagna circa 50 partecipanti provenienti da Romania, Lettonia, Francia e Spagna, che hanno partecipato alla rassegna teatrale, ai diversi laboratori e agli stage. Va ricordato che la rete di connessioni stabilita durante i progetti Erasmus è di particolare valore aggiunto alla manifestazione, molti contatti si sono consolidati e sono diventati riferimento per nuove proposte di progetto all’interno della rassegna.

Nella serata finale, arricchita dalla lettura di testi affidati a Emiliano Piemonte, Direttore Organizzativo de IL GERIONE, accompagnato dalle note del M° Bruno Salicone, di Francesco Galatro e del M° Gerardo Palumbo, dall’esibizione a cura dall’Orchestra dell’I.I.S. “T. Confalonieri” diretta dal M° Luciano Marchetta, sono stati consegnati i premi assegnati anche dai 500 giurati dalle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado dai Comuni di Campagna, Oliveto Citra, Eboli, Serre, Omignano e Palomonte. I trofei GERIONE sono stati realizzati dagli studenti della sezione del Liceo Artistico coordinati dalla Prof.ssa Anna Aliberti dell’Istituto Perito Levi.

Sono stati premiati per la sezione primaria nazionale l’Associazione Culturale “La Cantina delle Arti” di Sala Consilina con lo spettacolo “Gara in libreria”, per la sezione secondaria di primo grado nazionale la SMS “Don Salvatore Vitale” di Giuliano in Campania con lo spettacolo “Dietro la maschera”, per la sezione secondaria di secondo grado nazionale il Laboratorio di Arti Sceniche KAOS di Montesano con lo spettacollo “Seconda stella a destra”, per la sezione Campgana l’I.I.S. “Teresa Confalonieri” di Campagna con lo spettacolo “Quello che sanno, quello che sono”, per la sezione Critica l’I.I.S. “De Titta Fermi” di Lanciano (CH) con lo spettacolo “La storia di G. Senait Mehari”, il premio UNICEF è stato assegnato al Laboratorio Teatrale Teatrosanfrancesco di Scafati (SA) con lo spettacolo “Io sono l’immaginazione”.

Antonio Caponigro, Direttore Artistico de IL GERIONE, commenta molto soddisfatto, l’esito positivo della rassegna: “15 edizioni non sono facili da portare avanti in un territorio come il nostro ma con l’instaurazione di questo sistema, creato da noi su basi solide, è stato possibile continuare il percorso e riproporre le nuove edizioni. Il Teatro Educativo va avanti con grande convinzione, soprattutto, con grande sforzo da parti dei nostri operatori, da parte degli enti, del comitato, del ‘Teatro dei Dioscuri’ in prima linea con tutti gli operatori che fanno formazione presso 7 comuni della provincia di Salerno, attraverso laboratori e percorsi teatrali, aggiungendo poi l’alternanza scuola lavoro. Una particolarità di questa edizione è stata la ‘new entry’ di tanti giovanissimi all’interno dello staff: nuova linfa, grande energia guidata però dall’esperienza da chi già ne faceva parte e dei responsabili di settore, un connubio interessante che, quest’anno, ha permesso il rinnovamento e la realizzazione de IL GERIONE che per la città di Campagna non è solo un evento culturale ma anche portatore di risvolti economici.”

Roberto Monaco, Sindaco di Campagna, a fine evento non ha mancato di esprime il suo compiacimento per questo evento che porta lustro alla sua accogliente città: ” IL GERIONE mostra di essere in sintonia con quelle che sono le problematiche dell’esistenza: quest’anno l’autostima, che è un problema che accompagna non solo il passaggio dall’adolescenza all’età maggiore ma una problematica dei nostri tempi, un male oscuro. Uno spazio consono per questo evento vedrà la luce a breve, attraverso un processo di finanziamento, che passa attraverso i bandi, che passa attraverso la partecipazione; proprio altro ieri, abbiamo validato un progetto da 1,5 milioni di euro per la costruzione presso l’I.C. “G. Palatucci” di quadrivio di Campagna, di uno spazio polifunzionale che ospiterà anche il teatro.

Vivamente apprezzata la presenza di ospiti particolari tra cui Moreno Cerquetelli, già Giornalista RAI, critico culturale e Giornalista TV: “Una manifestazione che ha un livello ottimale perché ha saputo crescere e coniugare molto bene l’esigenza del territorio, l’esigenza dei ragazzi, affrontare temi dell’attualità ma con un livello alto delle performances, cosa molto importante. IL GERIONE può essere un esempio, un punto di riferimento importante, per altre parti d’Italia che stanno sperimentando questa strada.” e Paolo Ascagni, Vice Presidente UILT, a conclusione dell’evento ha così commentato: “Qui tutti tasselli che servono per organizzare e far vivere manifestazione del genere sono molto ben oliati, quindi, quello che vorremo tentare di fare come UILT è di esportare questo modello altrove. Se si riesce a creare, a livello nazionale, una catena stile GERIONE, vuol dire che si può fare qualcosa di veramente grande per tutti.

Cinthia Vargas