Comune di Torre Annunziata nella bufera: «Votiamo il bilancio, poi tutti a casa»

Approvazione del bilancio consolidato per permettere l’assunzione dei vincitori del concorso Ripam, poi tutti a casa.

E’ quanto chiedono i consiglieri comunali di maggioranza a Torre Annunziata, Francesco Nella e Michele Avitabile, i quali lanciano un appello al sindaco Vincenzo Ascione affinché possa uscire a testa alta dal consiglio comunale.

Questa mattina, infatti, l’assise pubblica è andata deserta, a conferma che il primo cittadino non ha più i numeri per governare. L’idea è quella delle dimissioni di massa per mettere fine anzitempo all’amministrazione Ascione. Tuttavia, ci sono degli atti di responsabilità da compiere prima di andare tutti a casa.

E così Nella e Avitabile chiedono un consiglio comunale monotematico sul bilancio consolidato in modo tale da sbloccare una serie di procedimenti. Bilancio che servirebbe a far assumere 53 giovani, già nel mese di novembre, che hanno vinto il concorso Ripam.

In ogni caso l’amministrazione Ascione sembra agli sgoccioli. Prima l’arresto del capo dell’Utc Nunzio Ariano per una tangente poi l’arrivo della commissione d’accesso al Comune, nelle settimane scorse, hanno fatto precipitare ogni cosa. Insomma, meglio voltare pagina.

Di ciò ne sono convinti anche gli stessi consiglieri di maggioranza che stanno prendendo tempo, appunto per una serie di scadenze importanti e anche perché sperano in un atto di coraggio del sindaco affinché possa essere lui stesso a dimettersi.