Boscoreale, l’impegno di Gori per il completamento della rete fognaria e la riduzione di perdite di acqua

Boscoreale. La rinascita di un territorio passa attraverso la realizzazione di infrastrutture che impattano positivamente sulla collettività. Gori da tempo, ormai, è impegnata nel perseguimento di traguardi che restituiscano un benessere concreto alla comunità, in linea con quanto previsto dai 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile emanati nell’Agenda 2030 dell’ONU.

Un esempio virtuoso e tangibile di trasformazione del territorio in ottica di sostenibilità ambientale è il programma Energie per il Sarno, che sta interessando anche il comune di Boscoreale.

Questa mattina, in via Pompei, la visita al cantiere per il collettamento dei reflui della zona Centro, al fine di fare il punto sulle opere finanziate dalla Regione Campania per oltre sei milioni di euro, di cui Gori è soggetto attuatore. Presenti il Sindaco di Boscoreale, Pasquale Di Lauro, il Presidente di Gori, Sabino De Blasi, l’Amministratore Delegato di Gori, Vittorio Cuciniello, il Coordinatore del Distretto Sarnese-Vesuviano dell’Ente Idrico Campano, Raffaele Coppola, e il Presidente dell’Ente Idrico Campano, Luca Mascolo. Gli scarichi liberi in ambiente rappresentano la prima fonte d’inquinamento delle acque superficiali: grazie all’eliminazione di quelli situati in via Cirillo, via Montessori e via Settetermini sono stati portati a depurazione i reflui di 13.750 abitanti, che rappresentano oltre il 50% dei residenti del comune. L’obiettivo finale è la messa in esercizio dell’esistente reticolo fognario realizzato negli anni ’90, ma non ancora fruibile perché privo del tronco di collegamento che ne consente l’immissione nel collettore comprensoriale. L’opera, unitamente ai lavori in corso in località Passanti, sempre a cura di Gori, completerà lo schema fognario comunale. Ciò determinerà un ulteriore importante risultato in termini di risanamento ambientale e rispetto degli obiettivi ONU 6, 9 e 14 riferiti ai servizi igienico-sanitari, alle infrastrutture di qualità e alla riduzione dell’inquinamento marino.

Presso la sala giunta del Comune si è tenuta poi la presentazione degli interventi, con un focus anche sui lavori per la riduzione delle perdite compresi nel programma Azioni per l’Acqua. Questi interventi garantiranno un significativo miglioramento del servizio offerto ed una minore incidenza di guasti alla rete idrica.

L’evento che si è svolto questa mattina, nel corso del quale sono stati presentati gli interventi sul territorio d Boscoreale, dà la possibilità ai cittadini di avere contezza dello straordinario lavoro che si sta facendo per disinquinare il fiume Sarno. Uno sforzo importante di Regione Campania, Eic e Gori per arrivare all’obiettivo di portare tutti gli scarichi al depuratore di foce Sarno entro il 2025. A Boscoreale sono stati eliminati altri tre scarichi, portando i reflui di 14.000 persone a depurazione. Il cantiere di via Pompei, che abbiamo visitato oggi, rappresenta un tassello importante in un’opera più complessiva che consente di collettare i reflui del centro antico al depuratore. Stiamo lavorando per ridurre al minimo i disagi per la viabilità e la cittadinanza, ma lo stiamo facendo avendo ben chiaro che l’obiettivo è ridare dignità ai nostri territori” dichiara il Sindaco di Boscoreale, Pasquale Di Lauro.

A Boscoreale stiamo portando avanti sia le azioni di risanamento del Sarno sia le azioni volte alla riduzione delle perdite idriche. Per quanto riguarda quest’ultimo aspetto, con il programma Azioni per l’Acqua abbiamo già recuperato 800.000 litri di acqua al giorno  e con la ricerca intelligente delle perdite, grazie alla digitalizzazione della rete, miglioreremo ulteriormente questi risultati. L’altra importante azione che stiamo mettendo in campo, in sinergia con la Regione Campania, è il risanamento del Sarno, con la chiusura di 113 scarichi in ambiente entro il 2025. Questa è per noi un’opera straordinaria sia per i luoghi che per le popolazioni perché non solo restituirà un ambiente sano e pulito ma anche un’intera fascia costiera balneabile che in termini di economia e vivibilità, è un successo eccezionalecommenta il Presidente di Gori, Sabino De Blasi.

Oggi celebriamo risultati concreti, non raccontiamo alla popolazione promesse future ma interventi effettivi già realizzati sia sul piano fognario sia per il risanamento delle reti idriche. Molte volte i cittadini ci hanno segnalato perdite ricorrenti sulle stesse strade, noi oggi stiamo cercando di mettere in campo il “Piano Marshall” contro questa piaga, che sarà in grado di restituire al comune 8,3 chilometri di nuove condotte. Queste iniziative nascono proprio per mettere al corrente i cittadini del nostro operato e far in modo che questo percorso di risanamento sia il più condiviso possibile. Solo se saremo tutti dalla stessa parte, potremo guardare al futuro con grande consapevolezza e successole parole del Coordinatore del Distretto Sarnese Vesuviano dell’Ente Idrico Campano, Raffaele Coppola

“Gli interventi per il collettamento dei reflui e il risanamento della rete idrica a Boscoreale contribuiranno in modo tangibile al miglioramento della qualità ambientale e alla riduzione delle perdite idriche. Un ulteriore concreto risultato che deriva della sinergia tra Ente Idrico Campano, Regione Campania e Gori, che ci sta consentendo di raggiungere traguardi significativi per il risanamento ambientale. A Boscoreale sono previsti 8,3 km di nuova rete idrica, di cui 5,9 realizzati e 2,4 in corso d’opera, con un recupero complessivo di 800.000 litri di acqua al giorno. Un impegno costante e quotidiano con Azioni per l’Acqua, che prevede anche l’installazione di tecnologie all’avanguardia e la riqualificazione della rete. Con il programma Energie per il Sarno, inoltre, proseguono i nostri interventi per il recupero del golfo di Napoli con l’eliminazione degli scarichi in ambiente: un percorso che è possibile monitorare in tempo reale sul portale energieperilsarno.it. Continueremo su questa strada, lavorando insieme per garantire un futuro migliore per la nostra comunità e per l’ambiente che ci circonda” conclude Luca Mascolo, Presidente dell’Ente Idrico Campano.