Boscoreale, chiuse alcune aule al Plesso Marchesa per infiltrazioni d’acqua. Schiavone: “Perdite anche prima di Natale, ma nessuno interviene”

Boscoreale. Probabilmente, i bambini di Boscoreale saranno stati tutti cattivi quest’anno! Perché di ritorno a scuola dalle feste, nella calza della Befana, hanno trovato solo degrado e abbandono delle strutture scolastiche.
Ebbene sì. In molti comuni dell’hinterland vesuviano, si è approfittato appunto di questi quindici giorni di pausa per poter intervenire con piccoli lavori di ripristino, quali una maniglia che non funziona, un vetro rotto da sostituire, un tubo dell’acqua rotto.
A Boscoreale, purtroppo, questo non succede. Ed ecco che nel giorno di rientro dalle feste, al plesso Marchesa alcune aule sono state chiuse per la presenza di infiltrazioni d’acqua e soprattutto per non aver provveduto a mettere un po’ di asfalto.
Peggio ancora, una perdita di acqua all’interno del piazzale della scuola era presente prima delle vacanze di Natale, ora è ancora lì senza che nessuno si sia preoccupato minimamente di rimuoverla, a rimarcare ulteriormente lo stato di abbandono in cui versa l’istituto scolastico.
“Diventa snervante ora rispondere ai genitori che da settimane mi chiedono di intervenire per il ripristino di questa situazione emergenziale”, sottolinea la consigliera comunale di opposizione Maddalena Schiavone.

La direzione scolastica più volte ha segnalato all’amministrazione guidata dal sindaco Pasquale Di Lauro tali anomalie.
“Ma la cosa più complicata – riprende Schiavone che ricopre anche il ruolo di insegnante – è spiegare ai bambini ciò che sta accadendo. Non si possono perdere ore e ore di lezione a spiegare l’importanza della salvaguardia dell’ambiente con attenzione particolare alla riduzione degli sprechi dell’acqua e poi sentirsi chiedere da un bambini: ‘Maestra, come mai nessuno l’aggiusta? Non si può sanzionare chi non fa il proprio dovere?
Il problema è proprio questo. Purtroppo, la cattiva politica non si sanziona”.