Boscoreale 2.0, l’avvocato Aiello: “Periferie fondamentali per consentire alla nostra comunità il salto di qualità in materia energetica e ambientale”

“La Tutela ambientale e il risparmio in bolletta sono due temi fondamentali a me molto cari, temi che come gruppo a sostegno della coalizione Faraone, abbiamo fatto inserire tra le priorità del programma elettorale per i cittadini di Boscoreale”.

Così l’avvocato Vincenzo Aiello, candidato al consiglio comunale con Boscoreale 2.0, a sostegno del candidato sindaco Francesco Faraone.

“Tra i nostri sostenitori – aggiunge -, abbiamo la fortuna di avere l’Ingegnere Claudio Manzo, uno dei massimi esperti sul tema delle energie rinnovabili e sopratutto nato e cresciuto nella nostra periferia, da poco tornato dall’evento “Energy Med”, la Mostra Convegno sulla Transizione energetica e l’Economia circolare.

Ebbene dal confronto con lui è emersa ancor di più la certezza che le periferie possono e devono giocare un ruolo fondamentale nella tutela ambientale e nel risparmio energetico. In periferia ci sono più soluzioni immobiliari indipendenti, dove la famiglia è l’unico decisore, inoltre la presenza di maggiori spazi rende ancor più agevole l’installazione di impianti fotovoltaici. Sicché il risparmio energetico e la tutela ambientale sono assicurati”.

Inoltre, spiega Aiello, “bisogna porre l’attenzione sulle comunità energetiche e sulla possibilità di poterne realizzare una o più di una anche a Boscoreale. Una comunità energetica consiste in un’associazione tra cittadini, attività commerciali, pubbliche amministrazioni locali e piccole/medie imprese che decidono di unire le proprie forze con l’obiettivo di produrre, scambiare e consumare energia da fonti rinnovabili su scala locale.

Al momento il Governo sta lavorando per chiarire le modalità operative di attuazione, tuttavia, restiamo convinti dell’assoluta possibilità e convenienza per i cittadini di Boscoreale di costituirne sul territorio comunale, con conseguente immancabile risparmio energetico che, come facilmente immaginabile, si tramuta in un risparmio in bolletta dei cittadini boschesi”.