Attacco all’illegalità e allo spaccio: sequestri dei carabinieri nel Napoletano

Contrasto all’illegalità diffusa e allo spaccio di droga: l’area a nord di Napoli è stata completamente posta al setaccio dai carabinieri. Una serie di sequestri hanno caratterizzato in questi giorni le operazioni dei militari, arrivando a circa un chilo di stupefacenti sequestrati. 280 sono le persone controllate e 7 quelle denunciate, in varie zone del Napoletano.

A Castello di Cisterna, i carabinieri della locale compagnia hanno denunciato per detenzione di droga a fini di spaccio un 39enne di Pomigliano che mentre passeggiava per le vie cittadine è stato perquisito. L’uomo è stato trovato in possesso di 5 dosi di cocaina già pronte per la vendita. Rinvenuta e sequestrata anche la somma contante di 210 euro, come provento del reato.

A Brusciano sono stati sequestrati dai carabinieri 364 grammi di marjuana, 102 grammi di crack, 20 dosi di cocaina e vario materiale per il confezionamento: un notevole “bottino”, rinvenuto nei locali condominiali di alcune palazzine del complesso popolare ex legge 219. Oltre a ciò, durante i controlli i militari hanno segnalato alla Prefettura 6 persone quali assuntori di sostanza stupefacente.

Nell’area del comune di Sant’Anastasia i carabinieri della locale stazione hanno denunciato un pusher 35enne del posto già noto alle forze dell’ordine. L’uomo è stato trovato in possesso di una modica quantità di sostanza stupefacente, ma anche di un bilancino di precisione e del materiale per il confezionamento: quanto basta per essere denunciato.

Detenzione e spaccio di droga anche ad Acerra, nel rione Madonnelle. E anche qui sono intervenuti i carabinieri della stazione acerrana. All’interno di alcuni locali condominiali del rione sono stati rinvenuti 576 grammi di marijuana. Le attività anti-spaccio e illegalità sono appena iniziate e continueranno anche nei prossimi giorni.