VIDEO. La rabbia degli operai Whirlpool di Napoli

E’ forte la rabbia tra gli operai della Whirpool di Napoli nei confronti dell’azienda e del governo, quest’ultimo reo di essersi definito mediatore tra le parti, quando invece – secondo i sindacati – esso ha il dovere di far rispettare gli accordi già presi in passato sul tavolo del Ministro del Lavoro: lo stabilimento di via argine dee continuare a produrre.

Sabato 30 aprile i lavoratori si sono riuniti in assemblea straordinaria, al termine della stessa hanno deciso di occupare il raccordo autostradale che collega Napoli con la Salerno-Roma.

Una giornata quasi estiva ha surriscaldato gli animi degli automobilisti, che sono stati costretti ad ore di blocco, e le tensioni non sono mancate; ma le forze dell’ordine presenti sono riuscite a calmare gli animi senza ed evitare gli scontri. Gli operai si sono dati appuntamento in fabbrica anche oggi, primo maggio, dove si svolgerà la manifestazione unitaria dei sindacati. Subito dopo dovranno definire nuove azioni di lotta, una “guerriglia pacifica” – così definita dai sindacati – e proprio come i “Viet Cong”, bisognerà sconfiggere le ingiustizie del colosso americano.

VIDEO DELLA MANIFESTAZIONE.

MASSIMO NAPOLITANO