Trecase, l’insegnante ricoverata al Cotugno è fuori pericolo: presto tornerà a casa

“L’insegnante di Trecase, ricoverata all’Ospedale Cotugno di Napoli, è fuori pericolo. La donna è stata sottoposta, come da protocollo, a due tamponi, il cui esito è risultato negativo. A breve, dunque, potrà tornare a riabbracciare i suoi cari”.

Lo dichiara il sindaco Raffaele De Luca, a margine del consueto briefing operativo con la Protezione Civile.

“Come ogni giorno – continua il titolare della fascia tricolore – mi sono recato nel bene confiscato di via Antonio Sciesa che ospita il Centro operativo comunale (C.O.C.) per coordinare il lavoro dei funzionari. Ho parlato al telefono con il marito della signora, da poco uscito dall’isolamento insieme ai figli. È stato proprio lui a comunicarmi la bella notizia, avendone parlato poco prima con la moglie”.

Nel frattempo, mentre gli operatori della Protezione Civile continuano l’attività di sensibilizzazione dei cittadini, oltre che di assistenza, in collaborazione con il Gruppo Scout di Trecase, proseguono i controlli con posti di blocco e pattuglie “miste” che vedono impegnati fianco a fianco i Carabinieri della Stazione di Trecase, coordinati sul campo dal maresciallo Antonino Tiano, e gli agenti della Polizia Locale, guidati dal capitano Gennaro Balzano.

“Rammento a tutti – conclude il sindaco De Luca – che in base alla ordinanza n. 15 del 13/03/2020, i cittadini devono rimanere in casa. Sono consentiti esclusivamente gli spostamenti individuali per esigenze di lavoro, salute o approvvigionamento. I motivi vanno illustrati nel modello di autocertificazione che le forze dell’ordine acquisiranno. La violazione, per l’esposizione al rischio di contagio del trasgressore, comporta la segnalazione all’Asl e l’isolamento domiciliare per 14 giorni con divieto assoluto di sposamenti e di contatti sociali”.