Traffico di stupefacenti, maxi retata dei carabinieri tra Boscoreale e Scafati: 36 arresti

Blitz all’alba dei carabinieri: maxi retata tra Boscoreale e Scafati. I militari dell’Arma del Comando provinciale di Salerno stanno notificando in queste ore 36 ordinanze di custodia cautelare ai danni di altrettante persone accusate di associazione a delinquere di stampo mafioso finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti con epicentro a Scafati.

In centinaia i carabinieri impiegati, supportati anche dall’unità elicotteri, per arrestare i narcos dell’Agro-Vesuviano. Ventitrè le persone finite in carcere, altre tredici ai domiciliari. Smantellate due organizzazioni di spacciatori che operavano prevalentemente nella provincia nord e in alcune zone del Napoletano. In una delle organizzazioni un ruolo non di secondo piano veniva svolto da alcune donne e per l’attività di spaccio, in alcune occasioni, sarebbero stati impiegati dei minorenni.

Le richieste telefoniche avvenivano con linguaggio criptico; i luoghi di consegna erano occasionali e avvenivano anche nei pressi di abitazioni, scuole e luoghi pubblici; le sostanze stupefacenti erano conservate in luoghi diversi dalle rispettive abitazioni.

La stima approssimativa delle sole vendite al dettaglio si attesta nell’ordine di circa 100 cessioni quotidiane per ciascun sodalizio, per un introito non inferiore alla cifra giornaliera di 2mila euro.