Torre Annunziata, sgombero palazzo della Polizia municipale. Cisl: “Subito locali idonei”

Una beffa paradossale a tutti gli effetti. Vittima di tutto ciò è la Polizia municipale di Torre Annunziata, che, nella giornata di ieri, è stata costretta a evacuare l’edificio del Comando. Attualmente i vigili urbani oplontini non hanno dove andare. Inizialmente l’amministrazione aveva ipotizzato un trasferimento temporaneo nella palestra di via Provinciale Schiti ma al momento nulla di concreto.

A questo proposito, è intervenuta l’organizzazione sindacale Cisl Fp, attraverso un comunicato urgente indirizzato al sindaco di Torre Annunziata Vincenzo Ascione, firmato dalla segretaria provinciale Maria Uccello: “Pur essendo compiaciuti per la tempestività d’azione che ha evitato una potenziale tragedia, — scrive Uccello — sentiamo tuttavia il dovere di chiedere una imminente assegnazione di idonei locali per lo svolgimento delle attività di Polizia locale, a tutela dei lavoratori e dei servizi offerti alla collettività oplontina”.

L’evacuazione dell’edificio inoltre non ha riguardato soltanto i locali della Polizia municipale, ma anche alcune famiglie in esso residenti costrette ad abbandonare temporaneamente le proprie case. “È necessario — conclude la segretaria Uccello — operare con celerità e dovizia di particolari in quanto si ricorda che, purtroppo, l’emergenza epidemiologica da Covid-19 di fatto non si è conclusa”.

Non è certamente positivo, pertanto, il disagio in cui è costretto a vivere il Comando della Polizia municipale torrese. Si spera in una repentina soluzione del problema, non solo per l’intero Comando, ma anche per tutte le famiglie costrette ad affrontare l’ennesima difficoltà del 2020.