Torre Annunziata, la vedova Veropalumbo: «L’amministrazione dovrebbe tutelare il largo dedicato a mio marito»

«Sarebbe bello se l’amministrazione di Torre Annunziata tutelasse il largo aiuola dedicato a mio marito Giuseppe Veropalumbo sito all’ingresso dell’autostrada di Torre Annunziata Sud».

Così la vedova Carmela Sermino. «Dovremmo preservare il ricordo di chi è stato strappato da innocente alla vita da gente senza scrupoli, inculcare valori sani nei giovani attraverso la testimonianza dei parenti delle vittime innocenti di camorra.

Occorrerebbe un’opera di manutenzione più attenta dell’area, considerando che si tratta di un biglietto da visita per la città. Infine rivolgo un appello ai cittadini torresi: imparate a conoscere il territorio, a non parlare per sentito dire e soprattutto ad impegnarvi per la riqualificazione dello stesso. Solo così sarà possibile contribuire alla rinascita di una città ricca di storia e cultura, da troppo tempo ormai alle prese con problemi legati alla camorra e all’inefficienza governativa».

Massimo Napolitano