Torre Annunziata, Cuccurullo: “Chiedo agli elettori di andare a votare, mi sarebbe piaciuto battere il mio avversario alle urne”

In seguito alla rinuncia alla candidatura a sindaco di Carmine Alfano, Corrado Cuccurullo ha esortato i cittadini ad andare a votare domenica 23 e lunedì 24.

“Chiedo alle elettrici e agli elettori di Torre Annunziata di esprimere comunque il proprio voto domenica 23 e lunedì 24 giugno al ballottaggio. A me sarebbe piaciuto battere il mio avversario alle urne ma evidentemente, travolto dallo scandalo ha deciso per il proprio ritiro. Dobbiamo andare a votare tutti più che mai in una situazione che non ha precedenti nella storia di questa città.

Oggi più che mai serve una corale risposta perché si dia forza al prossimo sindaco per voltare veramente pagina rispetto al passato e perché si rafforzi l’immagine di una città aperta, inclusiva e moderna come Torre Annunziata è sempre stata per i diritti sociali e civili. Infine il prossimo sindaco deve ricevere un consenso popolare ampio per condurre una battaglia con gli altri amministratori del Sud contro la legge sull’autonomia differenziata approvata dalla maggioranza di centrodestra in Parlamento.

Legge che divide il Paese in due tra una parte ricca ed una parte povera. Chiedo pertanto a chi ha votato al primo turno per altre liste, di darci il consenso per governare la città ma anche per costruire l’opposizione ai progetti del governo nazionale. Il mio appello al voto è rivolto a tutti i cittadini di Torre Annunziata.

La mia campagna continuerà come da programma con lo stile ed i i contenuti che l’hanno caratterizzata sin dal principio. Chiuderò con una manifestazione pubblica domani alle 20:30 ai giardini pubblici. Spero che molti cittadini partecipino per dare subito l’impressione che la città è viva. Votare è un diritto ma oggi più che mai è un dovere per tutti i torresi.”

Con queste parole Corrado Cuccurullo ha commentato la rinuncia di Alfano e ha invitato i cittadini oplontini a recarsi alle urne.