Strumenti di trading: tutte le novità 2020

Investire sui mercati finanziari è un’operazione estremamente complessa. Tuttavia, i moderni strumenti di trading hanno raggiunto un tale livello di sviluppo da rendere disponibile a tutti la possibilità di investire in borsa in maniera semplice e veloce.

Ovviamente questo non significa che siano venuti meno i rischi connessi alle operazioni di borsa. Proprio per questo è fondamentale conoscere gli strumenti di trading ed essere sempre aggiornati sulle novità in arrivo. Formazione, tanta pratica e una buona dose di sangue freddo sono i tre ingredienti principali del trading di successo, tutti indispensabili per evitare di cadere in truffe o avventurarsi in operazioni troppo rischiose e fuori dalla propria portata.

Prima di tutto, quindi, è necessario studiare e formarsi adeguatamente per comprendere le basi del trading, la terminologia necessaria per le negoziazioni e le strategie da applicare nelle operazioni di investimento.

La formazione è uno step che non deve essere mai saltato o sottovalutato. Sono ben noti, infatti, i casi di traders che hanno perso tutto in seguito ad investimenti azzardati e impossibili da gestire senza la giusta esperienza e approfondita conoscenza della materia.

Anche chi non ha mai avuto a che fare con questa attività e non ha conoscenze di finanza ed economia può dedicarsi al trading online partendo da zero, imparando ad investire grazie agli strumenti di supporto che i broker mettono a disposizione, gratuitamente, di tutti gli utenti.

Corsi di trading: materiale formativo online gratuito

Per imparare a fare trading non è necessario spendere tanti soldi e acquistare corsi da migliaia di euro pubblicizzati come guide definitive e universali.

Nella maggior parte dei casi, infatti, si tratta di prodotti di marketing scritti da persone che si spacciano come guru del trading ma che in realtà ne sanno veramente poco di investimenti.

Di contro, le risorse gratuite che si trovano sul web potrebbero non essere complete e approfondite. Oppure, spesso si concentrano troppo sulla teoria e utilizzano numerosi tecnicismi che rendono difficile la comprensione di dinamiche anche semplici.

A tal proposito, quindi, perfino i traders professionisti consigliano di affidarsi con sicurezza alla formazione erogata da alcuni dei migliori broker sul mercato, come Trade.com, ForexTB e Capital.com.

All’interno dei siti ufficiali è possibile reperire materiale formativo libero e gratuito, mentre completare la procedura di iscrizione, senza pagare nulla, da diritto di accesso a veri e propri corsi di trading approfonditi in formato ebook o video.

Oltre al fatto che si tratta di materiale veramente utile e facilmente comprensibile, il vantaggio sta nel fatto che il broker può anche fornire assistenza diretta in caso di difficoltà e dubbi, quindi non lascia da soli gli utenti sin dall’inizio.

Conti demo: Simulazione di trading per fare pratica

La teoria è tanto importante quanto la pratica, per questo motivo i broker forniscono gratuitamente a tutti gli utenti un conto demo per esercitarsi dopo la formazione.

Il conto demo è uno strumento che permette di fare una simulazione di trading a costo zero.

In tutto e per tutto identico al conto reale, è possibile iniziare ad investire sui mercati sfruttando il denaro virtuale con cui viene ricaricato il conto non appena si crea il proprio profilo.

Moltissimi broker offrono conti demo illimitati, che si ricaricano automaticamente al termine del denaro disponibile e che non vengano disattivati una volta effettuato il primo deposito sul conto reale.

In questo modo, infatti, possono essere sfruttati sia dai principianti per far pratica, sia dai professionisti per testare nuove mosse e strategie prima di metterle in pratica con investimenti reali.

Altri broker, invece, pongono dei limiti alla disponibilità del trading simulato per un motivo abbastanza valido.

Capital.com, ad esempio, offre un conto demo con soli 1000 euro per consentire agli utenti di fare delle simulazioni quanto più simili all’attività di trading reale.

Avendo un patrimonio virtuale limitato, infatti, gli utenti saranno portati ad eseguire azioni con più cautela e ponderando bene ogni mossa per non sperperare inutilmente il denaro disponibile, replicando così lo stesso atteggiamento richiesto per investire realmente sui mercati.