Serie A: dopo il Milan arriva la sconfitta anche per il Napoli, l’Inter vince 3-2

Dopo il Milan si ferma anche il Napoli contro l’Inter a San Siro. Ieri il rocambolesco 4-3 che la Fiorentina ha rifilato al Milan aveva aperto la possibilità al Napoli di allungare in classifica sui rossoneri anche se l’avversario non era quello dei più semplici, l’Inter di Simone Inzaghi.

I primi minuti della partita sono molto fallosi con l’arbitro Valeri costretto a richiamare più volte i giocatori di entrambe le squadre che però hanno mostrato grandissima sportività per tutta la sfida. A sbloccare il risultato è Piotr Zielinski che porta in vantaggio il Napoli al 17′. I nerazzurri trovano il pareggio su rigore con Calhanoglu al 25′ dopo il fallo di mano di Koulibaly sul potente tiro di Barella. Poco prima dell’intervallo Ivan Perisic spizza di testa il pallone che oltrepassa la linea della porta difesa da Ospina e completa quindi la rimonta dell’Inter.

Nel secondo tempo i ragazzi di Inzaghi si portano anche sul 3-1 con un gran contropiede al termine del quale Correa ha servito Lautaro che ha fatto esplodere San Siro. Il Napoli accorcia le distanze al 78′ con Dries Mertens che segna un grandissimo gol. A causa degli infortuni alla testa di Skriniar, Osimhen, Dzeko e Ospina e dai cambi effettuati, i minuti di recupero assegnati sono stati ben 8. Al 91′ un intervento fortunoso e miracoloso di Handanovic su Mario Rui salva l’Inter e al 97′ Mertens sfiora il 3-3 che avrebbe permesso al Napoli di andare a +1 sul Milan, restare a + 7 dall’Inter e di restare imbattuta in campionato ma la palla termina in curva. Il Napoli dunque perde la prima partita in campionato a San Siro contro l’Inter che si riaffaccia a -4 dalle capoliste.

Francesco Pio Scaramozza