Portici, due raid in casa in 48 ore. Il biglietto ai ladri: “Non è rimasto più niente”

Portici. Un sarcastico biglietto rivolto ai ladri. Così i malcapitati proprietari di un appartamento nel cuore di Portici hanno intensione di sventare a modo loro un ennesimo furto.

Ennesimo, perché in 48 ore ne hanno già subiti due. Ha dell’incredibile, infatti, quanto riferito da un cittadino che si sfoga anche sui gruppi social di quanto avvenuto. Accuse che vanno dritte anche all’amministrazione comunale, ma che probabilmente sono dettate semplicemente dallo sconforto.

L’uomo lamenta l’assenza di telecamere e di un maggior controllo sul territorio, dimenticando però che proprio qualche mese fa, lo stesso appello fu lanciato da sindaco e assessore alla Sicurezza al Prefetto di Napoli.

Un Sos che fu prontamente accolto, dato che pochi giorni dopo comparvero nuovi mezzi e pattuglie in città. Evidentemente, però, quelle misure straordinarie sono durate pochissimo e la città è ripiombata nella morsa della microdelinquenza.

Sull’assenza degli occhi elettronici, invece, sembrerebbe proprio l’opposto, ovvero, che in zona come in altre parti della città ci siano già da tempo dei sistemi di videosorveglianza. Quanto emerge è l’esasperazione dei residenti che “scontano” anche la condivisione di un singolo commissariato di polizia con un altro comune popoloso come Ercolano e ad alto tasso delinquenziale.

Insomma, alla luce del duplice furto, ancora una volta la richiesta è per più pattuglie in strada. Nel frattempo, agli sfortunati proprietari di casa non resta che vedere se quel foglio di carta possa realmente funzionare come deterrente.