Pompei piange Salvatore Solimeno, l’istruttore di Body building amato da tutti

Pompei piange Salvatore Solimeno, 45enne istruttore di Body building. A darne la triste notizia la Body House di Pompei, dove lui allenava. Una persona conosciuta e amata da tutti nella città mariana.

La notizia ha scosso un’intera cittadinanza. Lui era in grado di trasmettere la sua passione, il Body building a tutti.

Una passione, come lui stesso scriveva nella sua pagina di presentazione, sbocciata in età molto giovane.

“Cominciai a praticare i pesi a soli diciassette anni, spinto dalla voglia di migliorare il mio fisico. Potrei dire che è stato amore a prima vista, la passione crebbe tanto e subito; il mondo delle palestre mi aveva davvero affascinato”. Si legge nella sua pagina.

I corpi scultorei di quegli atleti che apparivano sulle riviste, mezzi uomini e mezzi dei avevano avuto su di Salvatore “un interesse smisurato”, tanto che dopo soli 7 mesi andò ad assistere una gara di body building. Era il 29 marzo 1993.

Passione coltivata giorno dopo giorno, mese dopo mese, anno dopo anno, fino a farla diventare un vero e proprio lavoro.

Oggi, però, la triste notizia. Salvatore ci lascia prematuramente. Ancora tutte da chiarire le cause del decesso.