Napoli, i volontari del Comitato Botta ridanno luce alle aree verdi della “SS Adolorata alla Stadera” – Le Foto

I volontari del Comitato Botta e dell’associazione “Libertà e Partecipazione” ridanno dignità, pulizia e decoro al quartiere di via Stadera, da troppo tempo abbandonato a se stesso.

Così venerdì di buon mattino, armati di scope e palette ma soprattutto di tanta pazienza e buona volontà, i volontari hanno pulito tutta l’area esterna alla parrocchia “SS. Addolorata alla Stadera” di via Cupa Principe 38. Erano sette anni che non si faceva pulizia.

Tutto, ovviamente, fatto nel rispetto delle norme anti-Covid.

Non è stato certo una passeggiata per i volontari, che hanno dovuto raccogliere materiali di ogni tipo che negli anni si sono accumulati in quelle aree. Hanno dovuto poi sradicare, non senza difficoltà, l’erba incolta.

Ma alla fine tutti soddisfatti, anche gli stessi volontari che hanno ridato un po’ di luce al quartiere.

Soddisfatto anche padre Giovanni Ciannella, il parroco della comunità “SS. Addolorata alla Stadera” che per primo aveva chiesto l’aiuto dei ragazzi del quartiere.

Soddisfatto anche Ugo Botta, rappresentante del Comitato Botta e uno dei promotori dell’iniziativa: “Padre Giovanni è arrivato nella nostra parrocchia a settembre scorso. Ha fin da subito manifestato il disagio del degrado igienico sanitario dato dell’erba alta e dalla discarica a cielo aperto che si era venuta a creare negli anni all’esterno della parrocchia.

Così, come Comitato ci siamo subito attivati. Non sarebbe stato possibile, ovviamente, risanare le condizioni di quest’area senza la collaborazione dell’associazione “Libertà e Partecipazione”, che ha contribuito alla restituzione di uno spazio importante per la comunità”.