Maltempo: una donna morta nel Cagliaritano, disperso un pastore

Preoccupazione e disagi per il maltempo che nelle ultime ore imperversa in Sardegna, Liguria e Piemonte.

La situazione è particolarmente critica in Sardegna, dove è stataritrovata morta la donna dispersa. Si chiamava Tamara Maccario, aveva 45 anni. Si trovava in auto insieme al marito e alle tre figlie: erano usciti di casa preoccupati perché abitano in una zona di campagna vicino a un fiume. Lungo il tragitto la vettura è stata bloccata dall’acqua e poi travolta, poco prima di mezzanotte. La figlia maggiore è stata trovata aggrappata a un albero. Le altre si erano rifugiate in un casolare. Alcune ore dopo, il marito è stato trovato in una casupola.

Saranno utilizzati anche i droni nella ricerca del pastore disperso a Castiadas: un giovane di origini campane che potrebbe essere stato sorpreso dall’ondata di maltempo mentre pascolava il gregge nella zona di Capo Ferrato, particolarmente impervia. Ed è stata ritrovata la famiglia della Repubblica ceca, padre, madre e una bambina di 12 anni, che risultava dispersa. Diverse persone, inoltre, sono state soccorse sui tetti, dove si erano rifugiate per sfuggire agli allagamenti.

Dopo la chiusura di cinque strade primarie, anche la nuova strada statale 125 Orientale Sarda è bloccata per una frana dal km 42 a nord di Muravera (Cagliari). Ieri è crollato il ponte sul rio Santa Lucia lungo la statale 195 che collega Cagliari a Capoterra.

Sempre nella Sardegna Meridionale, desta preoccupazione la diga del Cixerri, dove è stato raggiunto lo stato di preallerta. Piogge intense anche nelle zone del Sulcis e nei territori dei comuni di Uta, Santadi e San Sperate. Treni fermi tra Cagliari e il Sulcis.

Il livello di allerta per rischio idrogeologico e idraulico nella meridionale e orientale Sardegna è declassato ad arancione (moderato) fino alla mezzanotte. Per domani, venerdì 12 ottobre, il livello di allerta sarà giallo (ordinario). “L’attenzione rimane altissima”, avvertono dalla Sala operativa della Protezione civile regionale.

Anche il Piemonte è nella morsa del maltempo: rovesci e temporali anche di forte intensità, più frequenti e diffusi sui settori sud-occidentali, per i quali è stata emessa l’allerta gialla. A Torre Pellice, nel Torinese, si è alzato il livello dell’acqua e, a scopo precauzionale, è stato chiuso il ponte della Bertagna, che collega la cittadina della Val Pellice con la frazione di Inverso. L’autostrada A5 Torino-Aosta è bloccata, in direzione del capoluogo valdostano dopo lo svincolo di Ivrea, per l’incidente stradale di un camion che è andato a sbattere contro le barriere di cemento a lato del viadotto, abbattendole.

Piove intensamente anche in Liguria dove è stata prolungata l’allerta meteo. Nel ponente dove l’allerta era rossa fino alle 15, quella arancione che doveva scadere alle 18 è stata prolungata fino alle 22 e poi diventerà gialla fino a mezzanotte. Nella zona di Genova e nello spezzino dove l’allerta arancione era prevista fino alle 18 è stata prolungata fino alle 20 e la gialla fino alle 22.