Luigi Mennella, candidato sindaco del centrosinistra: “Il rilancio di Torre del Greco può partire dal mare”

“Una delle prime delibere di indirizzo della mia prossima amministrazione comunale riguarderà il porto”. Luigi Mennella, candidato sindaco a Torre del Greco di una coalizione composta da undici partiti (Alleanza Democratica, Cuore Torrese, Europa Verde, Mennella Sindaco, Movimento 5 Stelle, Movimento Popolare Torrese, Partito Democratico, Per le persone e la comunità, Sinistra Civica Ambientalista, Torre del Greco sul serio-Pri, Valerio Ciavolino per Torre) lo dice guardando l’orizzonte dalla banchina di levante dello scalo marittimo.
E parte da una considerazione: “Grazie agli impegni professionali degli ultimi anni, ho contribuito a restituire il mare balneabile a Torre del Greco. Un aspetto impensabile fino a pochi anni fa. Adesso però occorre costruire tutto quello che ruota attorno a questa preziosa risorsa, per far sì che veramente la città possa trarre giovamento dalla sua straordinaria collocazione nel cuore del Golfo di Napoli, rilanciando così una prerogativa importante come quella turistica”.
Porto, ma anche spiagge e lungomare: “Sarà nostro preciso intento – prosegue l’avvocato Mennella – dare priorità assoluta all’implementazione del progetto di riqualificazione della Litoranea, per accelerarne i tempi di realizzazione. L’installazione di nuove barriere frangiflutti è già finanziata: conseguenza naturale della loro collocazione sarà il ripascimento delle nostre spiagge”.
Per tutti questi progetti, Mennella di concerto con la sua coalizione ha già annunciato nel proprio programma che sarà “ripristinato l’assessorato ai problemi del mare”, aspetto questo attraverso il quale si punterà a favorire “lo sviluppo di un percorso collaborativo con le aziende della cantieristica nautica”.
“Sul futuro del porto e della Litoranea – conclude Mennella – sarà preciso obbligo della mia amministrazione promuovere specifici tavoli di confronto con i cittadini e in particolare con le realtà produttive e associative”.