Lega Pro: il Savoia spera nel ripescaggio, ma il Giraud non ha i requisiti. Striscione dei tifosi contro il sindaco

Il destino del Savoia oscilla tra la Serie D e la Lega Pro. E nel frattempo l’angoscia continua a crescere nel cuore dei tifosi di Torre Annunziata, che sperano nel ripescaggio, dopo la promozione del Palermo.

Ma le preoccupazioni non terminano qui. Il ripescaggio del Savoia dipende esclusivamente dal fattore stadio. Secondo quanto osservato dalla Lega Pro, lo Stadio Giraud, la fortezza della squadra di Torre Annunziata, presenterebbe alcune parti “non in regola”, in quanto adatte solo a un campionato dilettantistico come la Serie D. Per ottenere la licenza per la ex Serie C, sarebbero necessari dei miglioramenti, che riguardano il manto erboso, l’aggiunta di sediolini in curva, nei settori distinti e ospiti, e altri aspetti. Insomma, la somma di denaro da spendere sarebbe abbastanza ingente.

Ciononostante, il sindaco di Torre Annunziata Vincenzo Ascione aveva mostrato qualche settimana fa la sua disponibilità ad affrontare tali spese per migliorare lo stadio e assicurare in questo modo la promozione in Lega Pro al Savoia con il ripescaggio. Ad oggi le promesse del sindaco restano chiacchiere.

La Lega Pro ha fissato nel mese di luglio la scadenza per i lavori, scadenza impossibile da rispettare se tuttora la manutenzione dello stadio non è iniziata. A detta dell’amministrazione comunale, per il mese di settembre si riuscirà a terminare il tutto. Nel frattempo però i giorni passano e dei lavori di manutenzione allo stadio Giraud nemmeno l’ombra. E la Lega Pro sembra allontanarsi ogni giorno sempre più.

Pertanto, non si sono fatte attendere le proteste dei tifosi del Savoia, i quali oggi pomeriggio hanno esposto le loro rimostranze nei confronti del sindaco Vincenzo Ascione. Affissi anche alcuni striscioni all’ingresso dello stadio, all’incrocio tra via Fusco e via Alfani e nei pressi di viale Marconi.

Uno di essi, diretto e conciso, recita così: “Ascione, meno chiacchiere…più fatti”. Il ritorno del Savoia in Serie C è un desiderio che accomuna tutta la tifoseria biancoscudata. Le vane promesse della giunta si traducono in un nulla di fatto. E, nel frattempo, si assiste ad una vera e propria corsa contro il tempo, in cui la posta in gioco per il Savoia è abbastanza alta: a causa della negligenza di pochi, il sogno Lega Pro potrebbe sfumare davanti agli occhi dei tifosi oplontini.

Dario Gargiulo