I sogni spezzati di tre ragazzi: Mattia, Giuseppe e Cosimo

In pochissime ore abbiamo assistito alla morte di tre giovani vite, tre storie di sogni spezzati. Mattia 11 anni, di San Giorgio a Cremano, piccola promessa del calcio, colpito da un infarto. Undici giorni di agonia che purtroppo si sono conclusi nel peggiore dei modi.

A poche ore di distanza e a qualche chilometro di distanza, a Torre Annunziata si è consumata un’altra tragedia. Giuseppe 14 anni è stato trovato morto in casa dei nonni. È probabile che sia stato un malore a causare il decesso. Non passano molte ore, quando un’altra tragedia sconvolge la città di Boscoreale. Un incidente mortale porta via ai suoi cari Cosimo 23 anni, alla guida del suo scooter si è fatalmente scontrato contro una Fiat Punto.

Tre vite che sommando la loro età si arrivava appena a 48 anni. Giovani che avevano una vita ancora tutta da vivere e raccontare, ma che purtroppo un destino beffardo si è messo tra loro ed il bello che la vita gli poteva offrire. Tre ragazzi pieni di speranze, di progetti, di sogni, e alla loro età è anche giusto sognare. Queste tre storie hanno sconvolto l’opinione pubblica e gettato nello sconforto diverse comunità.

Come si può morire così giovani? – È Questa la frase che ho più volte sentito in questi giorni. Cosa aveva riservato la vita a questi tre ragazzi noi non lo possiamo sapere, quello che sappiamo è che il loro ricordo rimarrà per sempre, in chi li ha conosciuti.