Era ai domiciliari ma spacciava in casa sua: 20enne arrestato a Napoli

Ieri pomeriggio gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Vicaria‑Mercato, a Napoli, hanno arrestato Emanuele Saulino, napoletano 20enne, già sottoposto agli arresti domiciliari, perché responsabile di detenzione  di sostanze stupefacenti non per uso personale.

Il dilagante fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti è costantemente seguito e contrastato da mirati servizi di prevenzione e repressione.

I poliziotti, grazie a una costante attività info-investigativa sono venuti a conoscenza che Saulino, agli arresti domiciliari per analogo reato, aveva posto in essere una fiorente attività di spaccio.

Hanno, pertanto, predisposto un servizio di osservazione e con l’ausilio di unità  cinofile, hanno effettuato una perquisizione domiciliare rinvenendo, in camera da letto, all’interno di una busta bianca, 36 involucri di carta argentata chiusi alla sommità, contenenti sostanza solida marrone ed altra busta di sostanza erbacea di colore verde; c’era anche un bilancino di precisione e la somma di 180,00 euro.

La sostanza rinvenuta,  sottoposta alle verifiche risultava essere hashish per un peso complessivo di grammi 76.30 e Marijuana per un peso di 53.14 grammi.

Tutto veniva sottoposto a sequestro e posto a disposizione dell’autorità giudiziaria tempestivamente informata che disponeva la sottoposizione dello stesso agli arresti domiciliari in attesa del giudizio con rito direttissimo.