Coronavirus, è ufficiale: rinviate al 2021 le Olimpiadi di Tokyo

Ora è ufficiale: le Olimpiadi 2020, che si sarebbero svolte quest’estate a Tokyo, sono state rinviate al 2021. Dopo gli Europei dunque, si è ritenuto opportuno spostare all’anno prossimo anche la nota manifestazione sportiva quadriennale, a causa dell’emergenza coronavirus, che ormai ha colpito tutto il mondo.

A dare l’annuncio è stato il premier giapponese Shinzo Abe, dopo una lunga telefonata con il presidente del Comitato Olimpico Internazionale (CIO) Thomas Bach.

Decisione dunque necessaria quella del Comitato, che nei giorni precedenti aveva cercato altre soluzioni per evitare di spostare le Olimpiadi direttamente all’anno prossimo, come il rinvio nei mesi di agosto e settembre, una strada quest’ultima tuttavia impraticabile per motivi organizzativi.

La decisione definitiva del rinvio è partita questa notte dal Comitato Olimpico degli Stati Uniti che ha diramato un comunicato stampo all’interno del quale dichiarava: “Siamo grati a tutti i nostri atleti per aver condiviso il nostro impegno contro il Covid-19. La nostra promessa è quella di mettere sempre gli atleti al primo posto.

La nostra conclusione è che viste le preoccupazioni per la salute di tutti gli atleti, le interruzioni degli allenamenti e l’impossibilità di portare a termine le qualificazioni, è chiaro più che mai che il rinvio sia la possibilità più convincente e incoraggiamo il CIO a prendere tutte le misure necessarie per far sì che i Giochi possano essere disputati in sicurezza. Attendiamo la risposta del Comitato pronti a lavorare come Team USA in piena collaborazione con la comunità globale“.