Coronavirus, De Luca scrive a Conte: “Non abbassate la guardia. In Campania siamo a un passo dal collasso”

Parole che non presagiscono nulla di buono quelle del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, il quale ha scritto una lettera al Presidente del Consiglio riguardo all’emergenza coronavirus, che nella regione si fa ogni giorno più problematica, date anche la recente saturazione dei posti letto agli ospedali Cotugno e Monaldi di Napoli.

Così scrive il governatore De Luca: “La comunicazione di questi ultimi giorni relativa alla epidemia è gravemente fuorviante. Il richiamo a numeri più contenuti di contagio al Nord, rischia di cancellare del tutto il fatto che non solo la crisi non è in via di soluzione, ma che al Sud sta per esplodere in maniera drammatica. I prossimi dieci giorni saranno da noi un inferno. Siamo alla vigilia di una espansione gravissima del contagio, al limite della sostenibilità.

La prospettiva, ormai reale – afferma ancora De Luca – è quella di aggiungere alla tragedia della Lombardia quella del Sud. Per noi è questione di ore, non di giorni”. La missiva è stata inviata anche al ministro della Salute, a quello degli Affari Regionali e al ministro per il Sud. “So che la situazione è difficile per tutti. Non voglio alzare i toni. Ma non posso non dire che per quello che ci riguarda, ci separa poco dal collasso, se il Governo è assente”, aggiunge De Luca.