Coronavirus, bollettino del 20 marzo: nuovo record di morti, 627 in un giorno. 689 i guariti

Il numero di morti è semplicemente terrificante: 627 in 24 ore, mai un numero così alto dall’inizio dell’epidemia in Italia. Un dato che è al centro del bollettino reso noto questo pomeriggio dal capo della Protezione civile Angelo Borrelli. I nuovi contagi sono 4.670, 689 i pazienti guariti in una giornata. Nel totale si contano 37.860 persone attualmente malate di COVID-19 e 5.129 guariti. Dei malati 19.185 si trovano in isolamento domiciliare e 2.655 sono ricoverati in terapia intensiva. Il numero totale dei morti è di 4.032 persone, solo oggi, come già detto, 627. I decessi sono concentrati soprattutto nelle regioni più colpite, la Lombardia, l’Emilia-Romagna, il Veneto, il Piemonte.

Il drastico aumento dei contagi ha indotto molti a pensare che probabilmente sia stato raggiunto il picco; altri invece rimangono scettici e rimandano il probabile picco alle prossime due settimane. Nel frattempo il 38enne di Codogno, primo paziente affetto da coronavirus in Italia, è in buone condizioni ed è pronto per essere dimesso. A un mese di distanza dal primo contagio l’Italia si ritrova adesso con quasi 40.000 contagiati e una situazione molto difficile da gestire. I numeri sembrano essere in continuo aumento. Soltanto in Lombardia ci sono 22.664 casi positivi e 2.549 decessi. Ad oggi le province più colpite restano Bergamo e Brescia.