Coronavirus: a Torre del Greco e Torre Annunziata sospensione dell’attività didattica in presenza dal 24 al 30 novembre

Firmata dal sindaco di Torre del Greco l’ordinanza (la n°​ ​263 del 23.11.2020) ​con la quale è stato prorogato il termine fissato per la riapertura delle scuole cittadine.

Il provvedimento, si è reso necessario per contemperare, in modo opportuno ed efficiente, sia l’esigenza di tutela della salute pubblica – in un momento particolarmente delicato dell’emergenza epidemiologica – sia quella del diritto allo studio, attraverso l’adeguata adozione di misure di prevenzione e di cautela.

Nello specifico, secondo quanto fissato dalla stessa ordinanza, le attività didattiche delle scuole di ogni ordine e grado – sia pubbliche che private – si svolgeranno esclusivamente con modalità “a distanza” con decorrenza dal 24 novembre sino al prossimo 05 dicembre, sull’intero territorio comunale.

“Per il momento – le parole del sindaco di Torre del Greco Giovanni Palomba – la nostra decisione è quella di non riaprire le scuole cittadine sino a quando non avremo garanzie e rassicurazioni sull’effettivo rischio di contagiosità sia del personale docente e scolastico, sia degli stessi ragazzi. È una fase complessa, come più volte e in più sedi ribadito, per la quale scegliamo la linea della cautela e della prevenzione”.

Ulteriori misure in materia di gestione e contenimento dell’epidemia da Covid-19 anche a Torre Annunziata, dove il sindaco Vincenzo Ascione ha firmato un’ordinanza che stabilisce la sospensione dell’attività didattica in presenza dei servizi per l’infanzia (sistema integrato di educazione e di istruzione 0-6 anni) e delle prime classi della scuola primaria, dal 24 al 30 novembre 2020, sull’intero territorio comunale.