Champions: Ajax-Tottenham 2-3, tripletta di Lucas Moura. Inglesi in finale con il Liverpool

E’ il Tottenham la seconda finalista della Champions League 2018/19, affronterà il Liverpool l’1 giugno prossimo a Madrid. Ad Amsterdam, la squadra inglese ha battuto 3-2 l’Ajax, che aveva vinto 1-0 l’andata a Londra. 

Potrebbe chiamarsi la Champions delle imprese: dopo quella del Liverpool di ieri che ha mandato a casa il Barcellona, stasera è stata la volta del Tottenham che dopo aver perso la semifinale di andata 1-0 a Londra, ad Amsterdam, contro l’Ajax, sotto di due gol alla fine del primo tempo, ribalta il risultato grazie alla tripletta di Lucas Moura e raggiunge i Reds in finale infilando un clamoroso 3-2 agli olandesi: al Wanda Metropolitano di Madrid l’1 giugno prossimo la finale di Champions sarà un derby inglese, che, in barba alla Brexit domina, calcisticamente, l’Europa che conta. Il gol di Moura in pieno recupero, Pochettino che bacia il terreno di gioco ed i giocatori dell’Ajax a terra, immobili, è la fotografia di 98 e passa minuti giocati ad altissimo livello dove a dominare è stato il bel calcio. L’Ajax saluta la Champions dopo aver superato tre turni di qualificazione ed aver assaporato a lungo la finale.

Ten Hag opta per il 4-3-3 e deve apporre un correttivo all’ultimo secondo prima del fischio di inizio per il forfait di Neres sostituito con Dolberg: davanti a Onana, nella linea difensiva a quattro spazio a Mazraoui, De Ligt, Blind e Tagliafico. Frenkie de Jong, Van de Beek – autore del gol decisivo nell’andata a Londra – e Schöne formano il trio di centrocampo della squadra olandese, con Tadic che guida l’attacco insieme a Dolberg e Ziyech mentre Mauricio Pochettino – che deve ancora rinunciare a Harry Keane – sceglie il 4-3-1-2 per la trasferta alla Johan Cruijff Arena. Capitan Lloris difende i pali del Tottenham, linea difensiva a quattro con Trippier, Alderweireld, Vertonghen e Rose. A centrocampo maglie da titolari per Wanyama, Sissoko e Alli, Eriksen agisce alle spalle di Son (assente all’andata per squalifica) e Lucas Moura.

Bastano cinque minuti all’Ajax per trovare il gol del vantaggio che spiana la strada verso la finale di Madrid: sull’angolo dalla destra di Schone, de Ligt salta più alto di Alli e di testa infila il pallone nell’angolo alla destra di Lloris, immobile. Il Tottenham si rende immediatamente pericoloso e nemmeno un minuto dopo colpisce un palo con Son, Eriksen si avventa sulla sfera e tenta di ribadirla in rete da pochi passi, Tagliafico salva la porta di Onana in scivolata e allontana. Lo svantaggio ha il potere di rinvigorire la manovra degli Spurs che nella prima frazione si rendono pericolosi sfiorando il pareggio in piu’ di una occasione sempre con Son (22′ e 23′) e con Eriksen (24′). Alla mezzora si rivede l’Ajax in attacco con Tadic la cui conclusione finisce di poco a lato e poi al 35′ trova il gol del 2-0: Van de Beek soffia il possesso a centrocampo a Trippier e spinge la transizione dell’Ajax, poi premia la sovrapposizione in area di Tadić: l’attaccante serbo vede il movimento al suo fianco di Ziyech e serve il numero 22, che calcia di prima intenzione con il sinistro verso il secondo palo e batte Lloris. Nella ripresa Pochettino si gioca la carta Llorente (al posto di Wanyama), lasciato inizialmente in panchina poi rivelatosi decisivo.

Gli Spurs si buttano all’attacco alla ricerca del gol che possa riaprire i giochi. All’8′ Dele Alli va vicinissimo al gol ma Onana è pronto a respingere la conclusione ravvicinata. Al 10′ il Tottenham dopo tanto forcing trova il gol che riapre la partita sugli sviluppi di un’azione di contropiede finalizzata da Lucas Moura che poi va ancora a segno al 13′. La partita è bella ed avvincente, con ogni azione diventa un’occasione da gol per entrambe le squadre. L’Ajax va vicinissimo al 3-2 al 25′ ma la conclusione di Mazraoui trova l’opposizione di Vertonghen. Il Tottenham cerca l’impresa: al 39′ Son sfiora il gol. Gli Spurs non si arrendono e continuano a cercare il gol per staccare il pass per Madrid. Ed il gol arriva, al 5′ di recupero: lancio in profondità per Llorente, l’attaccante spagnolo fa la sponda verso Alli: il numero 20 serve Lucas Moura, che si inserisce fra De Ligt e Tagliafico e supera Onana con un sinistro rasoterra angolato, firmando la tripletta personale e staccando il biglietto per Madrid

LA CRONACA

95′ INCREDIBILE!!! TRIPLETTA DI LUCAS MOURA, 3-2!!!

89′ CINQUE MINUTI DI RECUPERO!
89′ Ultimo cambio per l’Ajax: fuori Van De Beek, dentro Magallan.

85′ SON! Tiro deviato: calcio d’angolo!

82′ Altro cambio per gli Spurs: fuori Rose, dentro Davies.
81′ Cambio per Pochettino: fuori Trippier, dentro Lamela.
79′ PALO DI ZIYECH! Il Tottenham si salva!
77′ Un altro cartellino giallo, questa volta per Ziyech.
76′ Cartellino giallo per Rose.
75′ Fuorigioco di Ziyech: calcio di punizione per gli Spurs. Quindici minuti al termine!
74′ ALDERWEIRELD! Colpo di testa che termina a lato non di molto.
73′ Calcio d’angolo per il Tottenham. Sale Vertonghen a saltare.

70′ DE LIGT! Lloris risponde con i pugni!
67′ Altro cambio per l’Ajax: fuori Dolberg, dentro Sinkgraven.
66′ Son commette fallo in attacco: calcio di punizione per l’Ajax.
64′ ZIYECH! Il marocchino riceve palla sulla trequarti e calcia di prima intenzione: tiro fuori di un soffio!
63′ BLIND! Tiro che termina alto, sopra la traversa.
61′ Primo cambio per l’Ajax: fuori Schone, dentro Veltman.
60′ Il Tottenham trova il 2-2 ancora con Lucas, bravo a mettere in rete una respinta corta di Onana!
59′ ANCORA LUCAS!!! 2-2!
57′ Ora servono altre due reti alla squadra di Pochettino per volare alla finale di Madrid!
56′ Il brasiliano supera in velocità Blind e batte Onana: 2-1!
55′ GOL DI LUCAS! IL TOTTENHAM ACCORCIA LE DISTANZE!
53′ CHE PARATA DI ONANA! Il portiere camerunense salva sul tiro a botta sicura di Alli.
52′ Rose commette fallo ai danni di Ziyech: calcio di punizione per l’Ajax.
50′ Cartellino giallo.
49′ Rose sbaglia il cross per Llorente; Blind allontana il pallone senza pensarci due volte.
46′ SI RIPARTE!

45′ FINE PRIMO TEMPO! L’Ajax torna negli spogliatoi in vantaggio di due reti.
44′ Due minuti di recupero!
42′ Passaggio troppo lungo di Ziyech per Mazraoui che non riesce a tenere il pallone in campo. Si ripartirà con una rimessa dal fondo in favore degli Spurs.
39′ Rose tenta il cross dalla sinistra, ma ci pensa De Ligt ad allontanare il pallone di testa.
36′ Sinistro potente e preciso di Ziyech sul quale Lloris non può nulla: raddoppio Ajax!
35′ CHE GOL DI ZIYECH! 2-0 AJAX!
33′ Problemi per Sissoko che sembra comunque determinato a rimanere in campo.
30′ TADIC! Contropiede veloce dell’Ajax guidato da Ziyech che serve in area di rigore Tadic, ma l’ex Southampton angola troppo il suo sinistro.
28′ Lucas Moura tenta la conclusione al volo, ma il pallone termina lontano dalla porta dell’Ajax.
27′ Il Tottenham non molla: calcio d’angolo.
24′ LUCAS MOURA! Un’altra occasione per gli Spurs: tiro potente ma poco angolato, parata facile per Onana.
23′ SON! Tiro centrale: Onana blocca il pallone.
22′ Tagliafico prova a servire Tadic in profondità, ma è bravo Vertonghen a chiudere.
19′ Passaggio sbagliato di Ziyech per Tadic che non può tenere in campo il pallone: rimessa laterale per gli Spurs.
16′ Cartellino giallo per Sissoko.
15′ Possesso palla dell’Ajax che prova ad abbassare i ritmi del match.
12′ ALLI! Tiro che termina a lato.
10′ Intervento provvidenziale di De Jong che impedisce a Son di calciare in porta.
7′ PALO DI SON! Onana battuto, solo il legno può salvare l’Ajax!
6′ Colpo di testa vincente del difensore olandese: 1-0!
5′ GOL DI DE LIGT! AJAX IN VANTAGGIO!
3′ MIRACOLO DI LLORIS! Intervento super del portiere francese che nega il gol a Tadic!
1′ SI COMINCIA!

Chi supera il turno trova in finale il Liverpool. A Londra e’ finita 1-0 per i Lancieri.

Vincere sempre’, giovane Ajax vede la finale – “Vincere” è la parola d’ordine, ma anche il credo filosofico, dell’Ajax versione 3.0, che andrà all’assalto della finale di Champions League, come non accade dal 1996, a Roma, quando i Lancieri di Amsterdam furono sconfitti dalla Juve ai rigori. Era l’Ajax dei Littmanen e dei Van der Sar. Era un altro calcio. All’andata, sul campo del Tottenham, la squadra allenata da Erik Ten Hag ha posto le basi per la prosecuzione di un sogno che, a inizio stagione, sembrava proibito. Però, potrebbe non bastare. “Domani dobbiamo vincere e cercare di fare del nostro meglio – le parole dell’allenatore che ha rinverdito i fasti del calcio totale, aggiornandolo con il dinamismo e la velocità del calcio contemporaneo -. Non dobbiamo pensare alla partita d’andata, né fare paragoni con altri avversari come Real Madrid e Juventus, perché le squadre di Premier giocano con intensità maggiore. Per guadagnarci la finale bisogna andare oltre i nostri limiti”. “Dovremo essere aggressivi, come se all’andata fosse finita 0-0 – aggiunge Daley Blind, figlio di Danny che vinse la Champions con l’Ajax nel 1995 (in finale contro il Milan: decise Kluivert nel finale), ma la perse nel 1996 -: il pubblico ci darà una grossa mano. In fondo è come se avessimo vinto il primo tempo di una partita: resta il secondo da giocare”.