Castellammare, superate in un giorno le 100 firme per intitolare strada ad Antonio Gramsci

Castellammare di Stabia. Superate in meno di un giorno le 100 adesioni per intitolare una strada della città delle acque ad Antonio Gramsci. Tra la petizione on Line e i moduli cartacei sono diversi gli stabiesi che hanno aderito all’iniziativa promossa dal comitato promotore per i cento anni del Partito Comunista d’Italia.

Dall’ex sindaco Lino Polito al consigliere Tonino Scala, dai giornalisti Matteo Cosenza, Luigi Vicinanza e Vincenzo Iurillo all’attore di cinema e teatro Giuseppe De Rosa al parroco don Michele Di Martino. Tanti gli stabiesi che hanno apposto nero su bianco il proprio nome e cognome per intitolare una strada della città a Gramsci . Nei prossimi giorni il comitato organizzatore proverà a riunirsi, nel rispetto delle norme Anti Covid , per dare concretezza alla proposta.

“Insieme dobbiamo rivolgerci – spiega Davide Bozza del comitato organizzatore-a donne, uomimi, partiti e associazioni che si riconoscono nella costituzione repubblicana nata dalla lotta antifascista. La figura di Gramsci, la proposta di intitolargli una strada o piazza ha già trovato il favore del mondo della cultura.

Il 22 gennaio scorso è stato il 130° anno dalla nascita di Antonio Gramsci. Il 27 aprile ricorrerà il giorno della sua morte. Sarebbe più che opportuno per quella data aver presentato, istruito e concluso questo percorso popolare dapprima, politico istituzionale poi”.

Per chi volesse firmare può farlo on line sulla piattaforma “https://www.change.org/p/sindaco-gaetano-cimmino-castellammare-di-stabia-una-piazza-in-memoria-antonio-gramsci?recruiter=false&utm_source=share_petition&utm_medium=facebook&utm_campaign=psf_combo_share_initial&utm_term=share_petition&recruited_by_id=2f582390-5e42-11eb-8e31-af3c115a396b&utm_content=fht-26994885-it-it%3A4”.
Nei prossimi giorni invece saranno comunicati i luoghi fisici dove poter andare a firmare.