Castellammare, la telefonata di Berlusconi a Cimmino: “Sindaco, avanti così”

“Pronto, sono Berlusconi”. Una chiamata talmente inaspettata da non sembrare vera.

“Ho ricevuto ieri la telefonata del presidente Silvio Berlusconi – ha detto il sindaco di Castellammare di Stabia, Gaetano Cimmino -, che mi ha contattato per un breve discorso di stampo politico e mi ha spronato a fare sempre del mio meglio per la mia città, tenendo fede ai principi del centrodestra”.

Poi ancora: “È stata una piacevole sorpresa per me ascoltare le parole lusinghiere del presidente su Castellammare di Stabia e sul lavoro dell’amministrazione. La telefonata di Berlusconi evidenzia una volta di più il ruolo centrale di Castellammare nel contesto regionale e nazionale, al punto da suscitare l’interesse del leader politico più influente degli ultimi due decenni”.

A detta di Cimmino, “la politica nazionale guarda con attenzione alla nostra realtà. E dal leader di Forza Italia è arrivato un segnale importante, un ulteriore incoraggiamento a lavorare sodo e a metterci tutto il mio impegno e la mia passione per rendere i nostri cittadini orgogliosi di essere stabiesi. Grazie presidente, conteremo sempre su di te”.