Castellammare, chiusa con successo la procedura di concordato preventivo delle Terme di Stabia. Il Commissario Vincenzo Sica: “Esperienza esaltante”

Castellammare di Stabia. Chiusa con successo la procedura di concordato preventivo delle Terme di Stabia. Vincenzo Sica, professionista di riconosciuta esperienza, di livello nazionale, in materia di ristrutturazioni aziendali, crisi d’impresa e dell’insolvenza, di Pubblica Amministrazione, conclude, di fatto, con esiti estremamente positivi, la sua attività di Commissario Liquidatore, della “SINT SPA” già proprietaria del patrimonio immobiliare TERME di STABIA.

Nei prossimi giorni, infatti, sarà definitivamente conclusa, anche la procedura di concordato preventivo, incardinata presso il Tribunale di Torre Annunziata, che ha visto il professionista impegnato, unitamente ad altri organi della procedura, diretti dal Giudice, Dottor Amleto Pisapia, in un delicatissimo compito di coordinamento dei diversi attori e di attuazione del piano concordatario, finalizzato alla concretizzazione di un cosiddetto “Patto paraconcordatario” che ha consentito la cessione di parte del patrimonio immobiliare alla Regione Campania, finalizzato alla realizzazione di una imponente opera pubblica, relativa al Nuovo Ospedale di Castellammare di Stabia e la restante parte al Comune di Castellammare di Stabia.

La nomina del professionista risale al 2018 per iniziativa dell’allora Sindaco Gaetano Cimmino, dopo la decisione del Commissario Prefettizio, suo predecessore, di porre in liquidazione la società e di scegliere un liquidatore mediante pubblico avviso.

Il Dottor Vincenzo Sica, dopo una serie di tentativi, coadiuvati dall’Amministrazione Comunale dell’epoca, di restituire alla Città stabiese la storica attività termale, optò per la scelta del concordato preventivo, pressato anche dai creditori, che oggi sono stati soddisfatti al cento per cento.

“E’ stata una esperienza esaltante – sottolinea lo stesso manager Vincenzo Sica -. Mi piacerebbe ringraziare singolarmente tutti coloro che hanno contribuito, con il proprio lavoro, a questo eccellente risultato. In particolare, però, ringrazio l’ottimo Prefetto, Dottor Raffaele Cannizzaro, che mi ha confermato la sua piena fiducia, contribuendo in maniera determinante al raggiungimento dell’obiettivo”.

Alla domanda secca sui prossimi obiettivi professionali e politici, il Dottor Sica risponde indicando diversi impegni professionali correnti.

Uno su tutti, però, il risanamento finanziario di una importante azienda del settore sanitario, presente sul nostro territorio, alla quale è legato il destino di oltre 100 lavoratori. Incrociamo le dita! Speriamo bene!