Calcio Prima Categoria: due reti al Banzano Montoro, il Terzigno insegue la capolista Abellinum

I rossoneri di mister Bufalo continuano ad inseguire la capolista Abellinum, vittoriosa in trasferta per 2-1 anche nel derby con il fanalino di coda Atletico Baiano.

I terzignesi si sono imposti ai verdi irpini del Banzano Montoro con il classico punteggio all’inglese di 2-0 come nel precedente incontro casalingo contro lo Sporting Domicella.

Anche per questa gara Celestino Bufalo ha dovuto fare di “necessità virtù”, per le pesanti assenze di Ciccio Beato (ne avrà per un bel po’), Pelagione ed Amita, ed ha dovuto presentare un

“4-3-1-2” inedito, ben orchestrato  dalla propria tre quarti da un diligente ed impeccabile Schettino, con alcuni dei suoi uomini ad occupare zone del campo non “abitualmente” calpestate. Nonostante quest’ulteriore situazione di precarietà in attacco e sulla fascia sinistra, i rossoneri hanno disputato un buon primo tempo senza concedere granché agli avversari, per la verità, lenti e macchinosi specie nelle fasi di impostazione del gioco. In sostanza, cronaca prevalentemente rossonera per i primi 45’.

Alla prima vera occasione al 13’ Luca Palumbo, sempre più decisivo con il passare delle giornate, emula, non solo per i colori identici della “camicetta “, il grande Zico con uno splendido fendente in diagonale sul quale nulla può il pur bravo portiere avversario Trifone proteso in tuffo.

Successivamente i rossoneri sprecano alcune favorevoli occasioni con lo stesso Palumbo, ben tre volte, con Infante e con D’Apice in due circostanze. Per gli irpini due soli pericoli alla retroguardia vesuviana con Carillo al 26’ e, soprattutto, con Parmigiano al 41’, con grandi interventi dell’attento Michele Alfieri. Il raddoppio terzignese, meritato, ad inizio ripresa con l’instancabile capitano Antonio Infante che con un abile pallonetto pesca l’incrocio di un incolpevole Trifone.

Da qui alla fine dell’incontro registriamo una sterile reazione dei verdi che, dopo un tentativo su punizione al 57’ del mancino difensore Santaniello respinto dalla barriera verde, si rendono pericolosi solo al 74 con un bel tiro di Natale respinto magnificamente da un ottimo Alfieri, che nega il gol della bandiera al subentrato Troisi proprio allo scadere (89’).

Dopo 4 minuti di over time fischia la fine delle ostilità un ottimo arbitro, il signore Alessandro Marino, che, in una gara sostanzialmente corretta , da un punto di vista disciplinare, ha sollevato tre cartellini gialli ai rossoneri Colombo, Longobardi e D’Apice, e due dello stesso colore ai montoresi De Stefano e Bagnara.

Nella prossima giornata il Terzigno si recherà allo Squitieri di Sarno per affrontare l’undici dell’Intercampania per cercare di allungare la propria striscia positiva di risultati.

Alberto Romano