Boscoreale-Scafati, arrestato il “signore della droga” Mario Padovani: ma è già libero

Boscoreale-Scafati. È stato detenuto per una sola notte agli arresti domiciliari. Ritorna in libertà il signore della droga Mario Padovani, attuale capo piazza del Piano Napoli di Boscoreale nonché sorvegliato speciale di primo piano dell’area Vesuviana. Era stato fermato nel tardo pomeriggio di ieri nel comune di Scafati oltre i confini di Boscoreale, dove era stato confinato per un provvedimento delle misure di prevenzione, a bordo di un’auto che risultava oggetto di sequestro amministrativo. Incurante delle prescrizioni della sorveglianza speciale, il pluripregiudicato per reati associativi e per traffico di droga girava a bordo della sua auto.

I carabinieri della stazione di Boscoreale, agli ordini del maresciallo Massimo Serra, in un normale controllo di tutela del territorio lo hanno pedinato e bloccato dopo che il sorvegliato speciale aveva lasciato il territorio di Boscoreale.

Il pubblico ministero del tribunale di Nocera inferiore aveva chiesto il carcere per la sua biografia penale annoverando il Padovani un corposo curriculum criminale.

Tornato in libertà da alcuni anni, dopo aver scontato una decina d’anni di carcere, Padovani era stato sottoposto alla sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di Boscoreale.

È l’ennesima denuncia che il pluripregiudicato ha riportato ma per l’ennesima volta evita il carcere e qualsiasi misura cautelare. Oltre una decina le assoluzioni riportate. Il giudice del Tribunale di Nocera, accogliendo la tesi difensiva dell’avvocato Gennaro De Gennaro, ha rimesso in libertà Mario Padovani e non ha applicato alcuna misura. Il giudizio su questa ennesima violazione degli obblighi della sorveglianza è stato fissato per aprile prossimo per la discussione del rito abbreviato.