Bancarotta fraudolenta: 4 divieti e sequestro da 2 milioni di euro a Scafati, Pagani e Poggiomarino

Sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di bancarotta fraudolenta e sottrazione fraudolenta al pagamento

delle imposte le quattro persone — padre, madre e due figli di 49 e 52 anni — a cui la Guardia di Finanza di Salerno ha notificato altrettanti obblighi di dimora (a Scafati e Pagani, nel Saleritano e a Poggiomarino, nel Napoletano) emessi dal gip di Nocera Inferiore su richiesta della Procura.

Ai quattro è stato vietato l’esercizio dell’attività d’impresa e la possibilità di ricoprire qualsiasi incarico direttivo per 8 mesi. È stato poi disposto anche il sequestro di beni a loro riconducibili per oltre 2 milioni di euro. Le indagini dei finanzieri di Scafati, coordinate dal pm Davide Palmieri, hanno fatto luce sui fallimenti — dichiarati nel 2016 e nel 2017 — di due società scafatesi dedite alla produzione e commercializzazione di articoli di cartotecnica.