400 nomadi allontanati dal Napoletano. Provvedimento del sindaco per precarie condizioni igieniche

Circa quattrocento cittadini rom sono stati allontanati da un campo alla periferia di Giugliano (Napoli)

in esecuzione di un’ordinanza del sindaco Antonio Poziello. Il provvedimento è stato emesso, fanno sapere dal Comune, a tutela degli stessi rom in considerazione delle precarie condizioni igienico sanitarie riscontrate nel campo. I rom si sono spostati poco lontano in attesa di sapere dove sistemarsi.

I rom si sono fermati un’area al confine tra le province di Napoli e Caserta. Per Dimitri Russo, sindaco di Castel Volturno (Caserta), dove si contano circa 15mila immigrati irregolari “non è questa la soluzione. Certe decisioni vanno assunte anche i sindaci dei Comuni limitrofi per individuare delle allocazioni alternative”. E in merito alla situazione che si registra nel suo Comune si chiede polemicamente: “Il ministro Salvini dove è?”