Bufera al Comitato Calcio Campano: a giudizio il segretario Vecchione. Falsificò la delibera della Juve Poggiomarino

Il segretario del Comitato Campano della Lega Dilettanti Federazione Calcio, Andrea Vecchione, è stato rinviato a giudizio dal Giudice per l’udienza preliminare, dottoressa Giovanna Cervo.

Vecchione è accusato di aver falsificato, in concorso con altre persone non ancora identificate, presumibilmente dello stesso Comitato, dell’epoca del Commissariamento di Paolo De Fiore prima, di Cosimo Sibilia poi, la delibera della Juve Pro Poggiomarino. Notizia anticipata mesi fa da ErreEmme News nell’ambito della rubrica “Calcio Malato”.

Pubblicata il 10 gennaio 2016 durante il Commissariamento De Fiore, la delibera aveva capovolto la decisione del Giudice Sportivo, Avvocato Filippo Pucino, delegato dall’avvocato Gaetano Annella. Con la delibera di Pucino avrebbe vinto il campionato di Promozione il Nola 1925. A seguito dell’alterazione della delibera, il campionato fu vinto dalla Rinascita Vico di Palma Campania, presieduta dall’avvocato Vincenzo Ciccone.

Dei gravi danni cagionati dalla falsificazione della delibera, dovranno rispondere come responsabili civili, il Presidente della Lega Nazionale Dilettanti Cosimo Sibilia (deputato di Forza Italia) e il Commissario attuale del Comitato Campano Luigi Barbiero.

Le persone, in concorso con le quali Vecchione è accusato di aver falsificato la delibera e il comunicato ufficiale, saranno identificate durante il processo.