Medici aggrediti, Rostan (LeU): “Governo se ne frega, vicina a Maria Carmela”

Roma. “Esprimo la mia totale vicinanza a Maria Carmela Nuccia Calindro, la dottoressa vigliaccamente aggredita all’esterno dell’ospedale di Crotone dove lavorava, alla quale auguro di tornare al più presto in servizio.
I nostri appelli al ministro della Salute, Giulia Grillo, e al ministro dell’Interno, Matteo Salvini, a intervenire a difesa di medici e infermieri in servizio sono sempre stati ignorati: il Governo è impegnato solo a fare chiacchiere e tweet propagandistici. Sono oltre tremila le aggressioni registrate al personale sanitario in quest’ultimo anno.
Un’emergenza nei confronti della quale il Governo non ha mostrato il minimo interesse non prevedendo alcuna misura di prevenzione nel decreto sicurezza, ignorando i nostri continui appelli a fare qualcosa: prevedere drappelli fissi delle forze dell’ordine all’interno degli ospedali, favorire l’acquisto di impianti di videosorveglianza per ambulatori e studi medici, approvare al più presto la legge per il riconoscimento della qualifica di pubblico ufficiale al personale sanitario in servizio consentendo da un lato l’inasprimento delle pene e dall’altro il procedimento d’ufficio da parte della magistratura. Un atteggiamento vergognoso. Nulla di tutto questo è stato fatto. E intanto il personale sanitario continua a rischiare la vita per salvare quella degli altri”.
Lo ha dichiarato la vicepresidente della Commissione Affari sociali della Camera, on. Michela Rostan, del gruppo di Liberi e Uguali.