Serie A: Napoli Frosinone 4-0, Juve torna a +8. Le reti di Zielinski, Ounas e doppietta Milik

Gli azzurri di Ancelotti travolgono il Frosinone 4-0 al San Paolo: a segno nel primo tempo Zielinski e Ounas, nella ripresa doppietta di Milik.

Entusiasmo sugli spalti, il Napoli consolida il secondo posto in classifica e non perde terreno dalla Juve, che resta a +8. Un successo che carica la squadra in vista della trasferta Champions contro il Liverpool.

Napoli-Frosinone 4-0: 40′ st, Ghoulam serve un pallone splendido per Milik, che, sul filo del fuorigioco, deposita in rete.

Napoli-Frosinone 3-0: 24′ st, Ghoulam va alla battuta di un calcio d’angolo pescando Milik che, con un’incornata, batte Sportiello.

Napoli-Frosinone 2-0: 40′ pt, Koulibaly recupera palla e appoggia a Ounas che lancia un siluro dai 30 metri che termina nel sette.

Napoli-Frosinone 1-0: 7′ pt, sugli sviluppi del corner mischia in area del Frosinone. Insigne appoggia per Zielinski che insacca.

Contro il Frosinone in campo alle 15 diversi non titolarissimi del Napoli. Ancelotti non potrà fare a meno di conservare quante più forze fresche per il match decisivo di Champions, tentando di superare la squadra di Longo con il minor dispendio di energie possibile. Con il Frosinone sicuramente riposerà Albiol che non è stato neppure convocato. Lo spagnolo risente ancora, sia pure in minima parte, di una leggera distorsione a una caviglia, riportata in occasione della partita con la Stella Rossa di Belgrado. A Bergamo ha stretto i denti per essere in campo in una serata difficile e complicata per la squadra, in cui c’era evidentemente bisogno della sua esperienza e della sua abilità nel dirigere, assieme a Koulibaly, l’intero reparto difensivo.

Albiol riposerà, in attesa di riprendere il suo posto nel martedì di impegno internazionale. Per il resto, il turnover ci sarà e lo si vedrà probabilmente anche in maniera spinta. L’assenza di Albiol costringerà al sacrificio Koulibaly perché Ancelotti difficilmente si priva in contemporanea dei suoi due principali puntelli difensivi. E’ possibile che al fianco del franco-senegalese possa essere utilizzato il giovane Luperto. Sulle fasce è previsto il ritorno di Malcuit a destra con lo spostamento di Hysaj a sinistra. A Liverpool, infatti, sarà riproposto certamente sulle fasce difensive l’assetto sempre utilizzato in Champions, con Maksimovic a destra e Mario Rui a sinistra. Completamente rinnovato sarà in centrocampo. Rog, Diawara e Zielinski faranno rifiatare Allan, Hamsik e Ruiz. Riguardo al posto di esterno destro, possibile l’utilizzazione di Ounas, che prenderebbe il posto di Callejon.
In attacco, infine, quasi scontata la presenza dal primo minuto di gioco di Milik, l’eroe di Bergamo, al fianco di Insigne, cui Ancelotti non rinuncia se non in casi estremi. Quanto al portiere, Meret è stato convocato e non si esclude che possa debuttare con la maglia azzurra, dando per scontato che ad Anfield tra i pali si piazzerà Ospina. In panchina ci saranno anche Ghoulam e Younes. Il loro impiego al momento non è previsto, a meno che il Napoli non abbia la partita in pugno e nel finale di gara potrebbe esserci spazio anche per loro.

Tutto pronto per Napoli-Frosinone. Tanti cambi per l’allenatore azzurro in vista della difficile trasferta di Liverpool. Prima assoluta per Meret, Ghoulam torna invece dopo più di un anno, l’ultima gara il 1 novembre 2017 contro il Manchester City.

Ecco le formazioni ufficiali

Napoli: Meret, Hysaj, Luperto, Koulibaly, Ghoulam, Ounas, Allan, Hamsik, Zielinski, Insigne, Milik.
A disp: Ospina, Karnezis, Mario Rui, Mksimovic, Malcuit, Fabian Ruiz, Rog, Diawara, Younes, Mertens, Callejon.

Frosinone: Sportiello, Goldaniga, Maiello, Ariaudo, Zampano, Cassata, Capuano, Chisbah, Beghetto, Campbell, Pinamonti.

A disp: Bardi, Ghiglione, Molinaro, Vloet, Ciofani D., Soddimo, Perica, Sammarco, Brighenti, Salamon, Ciano, Crisetig.