Castellammare, Sint ha un passivo di 255mila euro: si spinge per il concordato preventivo

L’assemblea dei soci di #Sint si è riunita stamattina nella sala giunta del Comune di Castellammare e in seduta straordinaria ha dato mandato al liquidatore Enzo Sica di valutare la predisposizione e la presentazione del ricorso al tribunale competente, finalizzato ad una proposta di concordato preventivo.

L’assemblea ha evidenziato la necessità che vengano rispettati criteri massimi di trasparenza nella gestione liquidatoria, anche in ragione della volontà che si individuino le corrette soluzioni, finalizzate a garantire la continuità dell’utilizzo dei beni e delle attività che attraverso gli stessi, anche nelle forme di partenariato pubblico-privato, si potranno concretizzare, tenuto conto della valorizzazione e rilancio delle attività #termali e turistico-ricettive, che rappresenta la vocazione primaria del territorio, nonché della necessità di prevedere l’incremento dei livelli occupazionali, tenuto conto della crisi che la città ha dovuto subire, con l’espulsione di diversi lavoratori dai cicli produttivi.

Durante la seduta, inoltre, il revisore legale ha esaminato la documentazione contabile prodotta dalla #società, accertandone la sostanziale regolarità e prendendo in esame la situazione all’8 agosto, che evidenzia un risultato economico negativo per 255mila euro.