Boscotrecase, ritrovata la pecorella rubata dal Presepe di piazza Matteotti

Ritrovata la pecorella rubata dal Presepe di Boscotrecase. Grazie alla segnalazione di una giovane boschese e al tempestivo intervento delle autorità, la pecorella sottratta la scorsa notte dal Presepe del riciclo di Piazza Matteotti, ad opera di ignoti, è stata ritrovata nel giardino della scuola e riconsegnata al Comitato Cittadino Boscotrecase, che ne aveva denunciato il furto.

Una ragazzata? Una goliardata? Una marachella? Oppure il ladro, smosso dalla coscienza civica dei suoi concittadini, si è pentito del proprio comportamento?

“Non conosco il motivo – ha sottolineato il presidente del consiglio comunale di Boscotrecase, Antonio Pollioso – che ha spinto il malfattore a compiere un simile atto (su cui le autorità stanno continuando ad indagare per smascherare il responsabile) e sinceramente non mi incuriosisce.

Ciò che invece mi interessa e che per me maggiormente conta è il lieto epilogo e soprattutto la maniera in cui ci si è arrivati”.

Da più parti, tra associazioni, autorità, istituzioni e cittadini sono piovute parole e manifestazioni di indignazione, rabbia, collera e cruccio per un comportamento che ha offeso non soltanto chi aveva dedicato tempo, anima e corpo ad allestire la rappresentazione, ma anche ciascun cittadino di Boscotrecase che, attraverso l’opera iconografica, ha percepito un forte legame con la propria terra e le proprie tradizioni.

Il furto ha rappresentato l’occasione di una riflessione sui valori di umanità e solidarietà, fondanti per ogni civile convivenza. “Abbiamo così ritrovato – aggiunge Pollioso – quel senso di comunità, presupposto indispensabile di ogni progresso e ciò nonostante troppe volte negletto se non proprio smarrito; questo ignobile gesto, dunque, è stato occasione di dialogo e di ritrovata deferenza reciproca tra coloro che si propongono per un impegno civico a servizio del nostro paese. Senso di comunità, dialogo e rispetto”.