Boscoreale, Vaiano e Cirillo attendono l’assessorato: Sergianni vota con la maggioranza

Chi sarà il nuovo assessore dopo la revoca di Gennaro Langella? Sarà ancora espressione dei consiglieri comunali di Boscoreale nel Cuore, Michele Vaiano e Umberto Cirillo? E’ quanto si chiedono in molti nella cittadinanza boschese e nella stessa maggioranza del sindaco Antonio Diplomatico. E’ quanto si chiedono anche i consiglieri Vaiano e Cirillo, che si sono visti silurare l’assessorato a loro insaputa.

E ora attendono che il sindaco li convochi per discutere anche su un’eventuale nomina in giunta. Sempre che il primo cittadino non abbia deciso di scegliere diversamente.

In quest’ultimo caso, i due consiglieri passerebbero tra i banchi dell’opposizione.

Ma come dire: “consigliere che va, consigliere che viene”.

Non è passata del tutto inosservata la votazione, nel consiglio comunale di giovedì scorso, del consigliere comunale di opposizione Nicola Sergianni.

Lo stesso, in disaccordo con gli altri rappresentanti della minoranza, non ha nominato un proprio rappresentante nella Commissione per il paesaggio.

All’opposizione, nonostante avessero i numeri, non è toccato alcun rappresentante. Questo perché Sergianni avrebbe votato il nome indicato dal consigliere comunale Crescenzo Federico, l’ingegnere Giugliano, candidato proprio con la lista Movimento Popolare Campano.

Insomma, una sorta di avvicinamento alla lista che fa capo all’ex senatore Pietro Langella. Al termine delle operazioni di scrutinio risultano infatti eletti Giugliano, Palumbo, Acanfora, Giovanni Balzano e Sammarco.

La scelta di Sergianni ha creato scompiglio nella stessa minoranza e non si esclude che lo stesso possa passare in maggioranza.