A Torre Annunziata apre un Centro Antiviolenza sulle donne – Le foto

“E’ bello poter assistere finalmente all’apertura di questo Centro Antiviolenza, che è una struttura importante. Un Centro Antiviolenza che deve appunto supportare, dal punto di vista legale, le donne ma le deve supportare tramite i progetti della Regione Campania sotto l’aspetto economico”.

A parlare è Chiara Marciani, assessore alla Formazione, Pari Opportunità e Politiche Giovanili della Regione Campania, intervenuta ieri mattina all’inaugurazione del nuovo Centro Antiviolenza “Eirene” a Torre Annunziata.

“Tante volte le donne non denunciano – ha continuato Marciani – perché non hanno l’autonomia per denunciare. E i dati che noi abbiamo, dell’anno scorso, ci dicono che il 70% delle donne che subiscono violenze hanno dei figli minori e, quindi, si sentono maggiormente responsabili nel loro lasciarsi alle spalle la violenza perché non hanno un posto dove andare, per loro e per i propri figli”.

Questo, a sentir parlare ancora l’assessore regionale, “è ulteriormente importante nell’attività sinergica che dobbiamo avere, perché abbiamo appunto bisogno di sostenerle immediatamente. Proprio per questo motivo abbiamo creato un fondo, una sorta di ‘kit di sopravvivenza’, a cui le donne possono accedere tramite i centri antiviolenza”.

All’incontro anno preso parte il sindaco di Torre Annunziata Vincenzo Ascione, Stefano Mariano, assessore alle Politiche Sociali del Comune di Torre Annunziata; Nicola Anaclerio – Coordinatore Servizi Sociali Ambito N30, che hanno voluto fortemente il Centro Antiviolenza, che sarà ospitato nei locali dell’Ambito Sociale di zona di via Parini.

Presenti all’incontro anche Mario Sicignano, presidente di Proodos – Consorzio di Cooperative Sociali e Raffaella Ruocco, responsabile Aree Politiche di Genere Proodos, che ha illustrato il progetto.

Presente anche la consigliera comunale Adriana De Falco e l’ex consigliere Giovanni Ambrosio in rappresentanza del Comune di Boscoreale.